Chiese di Lecce (prima parte)

Pochi monumenti, in Italia e nel mondo, possono coralmente elevarsi a universo a sé stante come le chiese di Lecce. Un microcosmo indipendente, cresciuto a dismisura, sfoggiando arte ad ogni mattone, in quella che è definita anche “la città chiesa”. 

In questo sontuoso viaggio visivo faremo una completa panoramica di queste meraviglie, che portano Lecce sul piano delle città più blasonate, meta irrinunciabile per tutti gli amanti del bello, per ogni fedele dei numerosi Santi che in questi luoghi hanno trovato dimora eletta in terra. Procederemo casualmente, per non dare risalto ad una piuttosto che ad un’altra, e perché qualsiasi visitatore che giunga qui non faccia solo un breve itinerario turistico ma vada singolarmente a cercare ognuno di questi incomparabili monumenti.

chiesa del carmine a lecce

Qui siamo nella chiesa del Carmine. Opera dei grandi architetti Giuseppe Cino e Mauro Manieri, che vi lavorarono a partire dai primi anni del 1700. L’edificio ne sostituisce un altro più antico che i Padri Carmelitani avevano dedicato alla Vergine del Carmine. Attualmente l’area intorno al chiostro è sede del Rettorato dell’Università del Salento.

chiese di lecce

Chiese di Lecce. Il Carmine, interni.

IMG_0620

Chiese di Lecce. Il Carmine, interni, particolari.

IMG_0622

Chiese di Lecce. Il Carmine, interni, particolari.

IMG_9379

Chiese di Lecce. Il Carmine, interni, particolari.

IMG_9380

Chiese di Lecce. Il Carmine, interni, particolari.

chiostro del carmine a lecce

Il chiostro della chiesa del Carmine

IMG_6438

Il chiostro della chiesa del Carmine, particolari.

IMG_1298

Il chiostro della chiesa del Carmine, particolari.

IMG_6858

Chiostro del Carmine, particolare di una sala affrescata adiacente.

IMG_6868

 

chiesa del Gesù a Lecce

Lecce. Chiesa del Gesù

chiesa del Gesù a lecce

La chiesa del Gesù, voluta nel 1500 dai Padri Gesuiti, oltre l’austera facciata nasconde un interno sfolgorante di barocco, preziose tele, e sopratutto le reliquie di San Bernardino Realino.

chiesa dei gesuiti

Chiesa del Gesù, interni, particolari.

soffitto ligneo

Chiesa del Gesù, interni, soffitto ligneo.

san bernardino realino

Spoglie di San Bernardino Realino

IMG_1240

Particolari della cella dove viveva San Bernardino Realino.

IMG_1234

IMG_1230

chiese di Lecce

Chiese di Lecce, Agostiniani.

chiese di Lecce

Chiese di Lecce, Santa Irene.

La chiesa di Santa Irene, la patrona della città fino al 1656, prima di essere sostituita da Sant’Oronzo, fu costruita a partire dagli ultimi anni del 1500. Ha un impianto a croce latina, dimensioni veramente monumentali e altari di sfolgorante bellezza.

chiesa di santa irene

Chiese di Lecce: Santa Irene dei Teatini.

santa irene

Chiese di Lecce: Santa Irene dei Teatini.

IMG_2261

Chiese di Lecce: Santa Irene dei Teatini.

IMG_1666

Chiese di Lecce: Santa Irene dei Teatini.

17

Lecce. Chiesa Madonna di Costantinopoli

Anche la chiesa della Madonna di Costantinopoli, nota anche come chiesa di Sant’Angelo, è una sfarzosa costruzione barocca alla cui costruzione partecipò anche il celebre architetto Zimbalo. Particolari sono i resti dell’antichissima chiesa di Santa Lucia, oggi non più esistente, che sono conservati nella sagrestia.

chiesa santa Maria di costantinopoli a lecce

Chiese di Lecce, Madonna di Costantinopoli.

IMG_6104

Chiese di Lecce, Madonna di Costantinopoli.

IMG_6096

Chiese di Lecce, Madonna di Costantinopoli.

IMG_6103

Chiese di Lecce, Madonna di Costantinopoli.

IMG_7225

ruderi chiesa santa lucia

Resti della chiesa di Santa Lucia

IMG_7221

Resti della chiesa di Santa Lucia

IMG_7223

Resti della chiesa di Santa Lucia

19

Chiese di Lecce, Santa Teresa

La chiesa di Santa Teresa risale al 1600, fu voluta dai Padri Carmelitani scalzi e alla sua costruzione partecipò Giuseppe Zimbalo, di cui c’è anche la sua firma, nascosta sotto un altare. Particolare la gigantesca statua di Sant’Oronzo, di cartapesta, realizzata dal grande maestro ottocentesco Achille de Lucrezi.

chiesa di santa teresa a lecce

Chiesa di Santa Teresa, interni.

IMG_0017

Chiesa di Santa Teresa, interni.

IMG_6553

Chiesa di Santa Teresa, interni.

statua di santo oronzo

La statua di cartapesta di Sant’Oronzo

firma dello zimbalo

La firma di Giuseppe Zimbalo

chiesa di Santa Croce a Lecce

Ed ora siamo al cospetto del più celebrato monumento barocco leccese, la Basilica di Santa Croce. Eretta a partire dal 1549, alla sua costruzione parteciparono i più grandi artisti leccesi, come Cesare Penna e Francesco Antonio Zimbalo. Del primo è rimasta anche la sua firma, anche se ben nascosta sulla parte alta della facciata. La chiesa è un inno al barocco.

Santa Croce

L’incomparabile rosone di Santa Croce

firma di penna su Santa Croce

La firma nascosta di Cesare Penna, sulla facciata

Basilica di Santa Croce a Lecce

Santa Croce, interni

5

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

basilica di santa Croce

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

7

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

8

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

9

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

10

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

11

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

12

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

13

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

14

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

15

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

16

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

17

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

18

Particolare dell’iscrizione settecentesca in dialetto leccese

19

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

20

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

21

Basilica di Santa Croce, interni.

22

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

23

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

24

Lecce. Basilica di Santa Croce, interni.

25

Basilica di Santa Croce, interni.

26

Basilica di Santa Croce, interni.

27

Basilica di Santa Croce, interni.

abside di Santa Croce a Lecce 1

L’abside di Santa Croce è inglobato nelle successive costruzioni, e dall’interno di una di esse se ne può notare uno scorcio!

abside di Santa Croce a Lecce 2

San Niccolò e Cataldo

Altra celeberrima costruzione è la chiesa dei santi Niccolò e Cataldo. Costruita dai Normanni nel 1180 fu poi risistemata dai padri Olivetani. L’interno custodisce pregevoli affreschi.

chiostro degli olivetani

Il chiostro degli Olivetani

2

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

3

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

4

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

5

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

6

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

7

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

8

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

9

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

10

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

11

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

12

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

13

Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, interni.

1

Abbazia Santa Maria di Cerrate, fra Lecce e Squinzano. Bene del FAI.

Siamo nelle campagne a nord di Lecce, non si può evitare una visita in uno dei luoghi simbolo del medioevo di questa città. Presente già dall’anno 1000, intorno ad essa si svilupparono i fiorenti casali su cui si basava gran parte dell’economia della città.

2

Abbazia S.Maria di Cerrate

3

Abbazia S.Maria di Cerrate

4

Cerrate, interni e affreschi della chiesa

5

Cerrate, interni e affreschi della chiesa

6

Cerrate, interni e affreschi della chiesa

7

Cerrate, interni e affreschi della chiesa

8

Cerrate, interni e affreschi della chiesa

9

Cerrate, interni e affreschi della chiesa

1

Campanile e Duomo di Lecce

Siamo nella spettacolare Piazza Duomo, una delle rare piazze chiuse d’Europa, che custodisce anche uno dei campanili più alti del continente. La cattedrale fu costruita già durante l’anno 1000, più volte ristrutturata, contiene smisurati tesori d’arte, ed è collocata in uno scenario architettonico di sublime bellezza.

2

Duomo

3

Duomo, interni

4

Duomo, interni

5

Duomo, interni

6

Duomo, interni

7

Duomo, interni

8

Duomo, interni

9

Duomo, interni

10

Duomo, interni

11

Duomo, interni

12

Duomo, interni

Qui siamo nel Convento di San Domenico fuori le Mura, edificato nel 1400 e oggi sede dell’importante Fondazione Memmo, che l’ha restaurato e riportato in vita. Questo insigne monumento è stato sede di una famosa disputa fra i Domenicani che abitavano qui e quelli che stavano a Porta Rudiae, sedata da Maria D’Enghien in persona, che li invitò energicamente a risolvere le loro liti.

domenicani1

Chiostro dei Domenicani

domenicani4

Chiostro dei Domenicani, affreschi.

domenicani3

Chiostro dei Domenicani, Cripta.

domenicani2

Chiostro dei Domenicani, Affreschi della Cripta.

chiesa delle scalze

Chiesa della Madre di Dio, meglio nota come chiesa delle Scalze, accoglie il culto sentitissimo per San Filippo Smaldone. Ancora oggi, queste chiese seicentesca è viva e attiva grazie alle suore che qui esercitano il loro servizio di carità.

IMG_0108

9 Madre di Dio o delle scalze

Chiesa Madre di Dio (o delle Scalze), altare maggiore.

san filippo smaldone

chiesa di santa anna a lecce

Chiesa di Sant’Anna, costruzione del 1600, probabilmente legata all’architetto Zimbalo. Adiacente all’edificio l’ex Conservatorio, legato alla presenza delle giovani donne dell’aristocrazia leccese.

1

L’interno custodisce pregevoli tele settecentesche, sontuosi altari ed un preziosissimo soffitto ligneo, decorato con motivi geometrici.

2

Chiesa di Sant’Anna, interni.

3

Chiesa di Sant’Anna, interni.

4

Chiesa di Sant’Anna, interni.

5

Chiesa di Sant’Anna, interni.

6

Chiesa di Sant’Anna, interni.

7

Chiesa di Sant’Anna, interni.

8

Chiesa di Sant’Anna, interni.

ex cons

Il ficus secolare dell’ex convento di Sant’Anna.

ex conservatorio di santa anna

Ingresso del Conservatorio di Sant’Anna

chiesa di santa chiara

Chiesa di Santa Chiara, la cui prima costruzione risale al 1400. Fu ristrutturata per intero durante il 1600, e conserva all’interno ogni sorta di bellezze artistiche.

IMG_1999

santa chiara

Chiesa di Santa Chiara, interni.

IMG_2675

Chiesa di Santa Chiara, interni.

IMG_4607

Chiesa di Santa Chiara, interni.

chiesa del rosario a lecce

La chiesa di San Giovanni Battista al Rosario risale al 1388, cioè quando arrivarono i Domenicani a Lecce, e qui si stanziarono, a pochi passi da Porta Rudiae. L’attuale edificio tuttavia è il risultato del lavoro di Giuseppe Zimbalo alla fine del 1600.

IMG_4288

Chiesa di San Giovanni Battista al Rosario, interni.

IMG_4289

Chiesa di San Giovanni Battista al Rosario, interni.

IMG_4290

Chiesa di San Giovanni Battista al Rosario, interni.

IMG_4296

Chiesa di San Giovanni Battista al Rosario, interni.

IMG_4305

Questa chiesa è attigua allo storico convento dei domenicani di Porta Rudiae, di cui sono rimasti bellissimi affreschi.

chiesa di Santa Maria della Nova a lecce

Chiesa di Santa Maria della Nova

chiesa dell'idria a lecce

Chiesa di Santa Maria dell’Idria, complesso costruito sul finire del 1500 appena fuori le mura, dopo Porta Rudiae.

IMG_9391

Chiesa di Santa Maria dell’Idria, interni.

IMG_9388

Chiesa di Santa Maria dell’Idria, interni.

chiesa di san leucio a lecce

Chiesa di San Leucio, una delle più antiche della città.

san leucio

San Leucio, interno, particolare dell’affresco.

Chiesa Madonna degli studenti

Chiesa della Madonna degli studenti

chiesa di san marco a lecce

Chiesa di San Marco

La chiesa di San Marco fu costruita dalla colonia dei mercanti veneziani, durante il 1500, che qui avevano una fiorente attività commerciale. Fu salvata da un generoso gruppo di uomini di cultura, capeggiati da Cosimo De Giorgi, durante il 1800.

san marco

Chiesa di San Marco, interno.

chiesa di Santa Maria della Grazia

 

Il ritrovamento di un importante affresco della Madonna, datato 1300, fu la causa della costruzione della Chiesa di Santa Maria della Grazia, durante il 1500. Le sue fondamenta poggiano su una parte dell’anfiteatro romano.

IMG_4624

Chiesa di Santa Maria della Grazia, interni.

IMG_4626

Chiesa di Santa Maria della Grazia, interni.

IMG_4632

Chiesa di Santa Maria della Grazia, interni.

chiesa di san francesco della scarpa a lecce

Siamo a San Francesco della scarpa, chiesa costruita durante il 1500. Una leggenda narra che San Francesco d’Assisi passò da qui, durante il suo viaggio che lo portò in Terrasanta.

IMG_4080

Chiesa di San Francesco della scarpa, interni.

IMG_0637

Chiesa di San Francesco della scarpa, interni.

IMG_4083

Chiesa di San Francesco della scarpa, interni.

IMG_7261

Chiesa di San Francesco della scarpa, cripta ipogea.

La presenza di tutti questi monumenti lascia pensare una esemplare devozione della cittadinanza alla Chiesa. Non fu sempre così. Nel 1711 le corti di mezza Europa non facevano che parlare del famoso “Interdetto di Lecce”, una sorta di scomunica fulminata dal Vescovo della città verso tutti gli abitanti, che così, non poterono essere battezzati, non poterono fare la comunione, sposarsi. Persino i morti non potevano ricevere l’estrema unzione, né essere sepolti in terra consacrata. Successe che la popolazione, ridotta alla fame dagli stenti e dalla povertà, di fronte invece ad un potere ecclesiastico, ed uno sfarzo, che non conosceva limiti, neanche nel richiedere comunque le sue tasse alla gente che non ne poteva più, si ribellò. Il Vescovo tenne la cittadinanza scomunicata fino al 1719, un caso molto raro nella storia della Cristianità.

Per ulteriori informazioni su questi monumenti leccesi, c’è la pagina sulla Chiesa di San Giovanni Evangelista, la città di Lecce, e di prossima pubblicazione la seconda parte di questa rassegna.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Chiese di Lecce (prima parte)

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.