Gli affreschi del convento di Porta Rudiae a Lecce

Lecce dei tesori nascosti ha molto da far vedere. Proprio entro le sue mura, oltre Porta Rudiae, accanto alla Basilica di San Giovanni Battista al Rosario, c’è lo storico convento domenicano di San Giovanni D’Aymo, costruito a metà del 1300. Oggi sede della preziosa Accademia di Belle Arti, conserva ancora diversi aspetti rimasti integri nei secoli.

Si sono salvati, per esempio, una serie di affreschi del primitivo apparato iconografico, che restituiscono un’importante testimonianza dell’arte di quel periodo. Si trovano lungo una scala che dal chiostro porta al piano superiore, quasi tutti all’interno di una parete nascosta, che era stata successivamente coperta.

affreschi

Il più imponente è una rara rappresentazione del momento in cui Santa Caterina da Siena riceve le stimmate dal Crocifisso. La Santa, vissuta nel XIV secolo, ebbe questo miracolo nel 1375. Faceva parte delle Mantellate, le “sorelle della penitenza di San Domenico”, quindi la sua presenza in questo convento è più che giustificata.

affreschi

affreschi

Sulla destra si vedono altre figure, realizzate prospetticamente più piccole, che ricordano molto un altro affresco presente nella chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, sempre a Lecce…

affreschi

affreschi

In basso all’affresco, purtroppo, non è più leggibile l’iscrizione che lo completava.

affreschi

Sulla destra, una Madonna con Bambino, ripresa in atteggiamento molto pensoso…

affreschi

Sempre lungo questa scala, sulla parete destra, c’è la rappresentazione forse di un Papa, di cui si indovina il nome.

IMG_9380

E in ultimo, posto in cima al primo piano, in un’altra lunetta, individuato dall’archeologo Stefano Cortese, San Girolamo.

convento dei domenicani di porta rudiae a lecce

Un luogo già studiato approfonditamente dagli addetti ai lavori, non accessibile certamente a tutti, ma che merita di esser condiviso sulla rete per la gioia di tutti gli appassionati!

chiesa di san giovanni battista al rosario

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it  

Gli affreschi del convento di Porta Rudiae a Lecce

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.