Madonna tagged posts

Gli affreschi della Madonna dell’Itri a Nociglia

La ricerca investigativa di Luigi Ruggieri s’incentra sul ciclo pittorico della parete meridionale della chiesa nocigliese di Santa Maria de Itri. Pur nel rispetto delle teorie apprezzabili del prof. Sergio Ortese, Ruggieri adduce riflessioni proprie suffragate da un’ampia documentazione bibliografica e Web, relativa all’originalità simbolica degli affreschi in sinergia

con l’iconografia...

Read More

La Madonna della Grotta ad Acquarica

Inerpicandosi sui tortuosi e stretti sentieri marcati dai muretti a secco che ascendono le piccole colline di Acquarica del Capo, l’amante delle passeggiate nella natura e nella storia nascosta del Salento troverà qui una piccola oasi tutta da godere. In un’altra escursione abbiamo già visto i meravigliosi colossi di pietra, che irriducibili contadini hanno costruito quassù…

…nei secoli, per ...

Read More

La grotta dell’Attarico ad Andrano

“Attarico”, un nome inusuale per una località rupestre, in Terra d’Otranto. Sulla costa orientale salentina, in agro di Andrano, nascosta nell’entroterra della costa a strapiombo del Parco Costiero Otranto Leuca, si dischiude al visitatore una grotta, abitata per secoli di Storia minima di queste remote contrade. Siamo in contrada “Tarichi”, a pochi chilometri dal paese,

in un incantevole paesa...

Read More

Maria Manca, fra eros fede martirio e redenzione

Era un 21 ottobre, quando conobbi la storia di Maria Manca, quella che sto per raccontare, una data che pensandoci dopo mi lasciò sbigottito. Come davanti a quelle situazioni che sembrano essere dominate da un’entità superiore, non dagli uomini. O meglio, dalle due entità che dominando il mondo da quando è nato, il Bene e il Male.

La st...

Read More

La Madonna dei “farauli” a Sternatia

Le chiesette rurali del Salento, nascoste nelle campagne più isolate, offrono sempre piacevoli sensazioni di stupore e meraviglia, forse dovuto proprio all’immeritato abbandono di cui soffrono da secoli. E’ il caso della Madonna dei “farauli”, posta fuori Sternatia e chiamata con il nome dialettale degli insetti che attaccano le fave, cibo coltivato qui da tempo immemorabile.

 Ai suoi tempi doveva e...

Read More