Il Castello di Caprarica di Lecce

Per chi ha la fortuna di poter visitare il castello di Caprarica di Lecce, piccolo e storico borgo agricolo del Salento centrale, un piccolo viaggio nel tempo gli si aprirà davanti, varcando il suo portone d’accesso. Non è nota come meriterebbe, Caprarica, menzionata per la prima volta in documenti d’archivio intorno all’anno Mille, quando era un piccolo casale appartenente alla Contea di Lecce.

Nel 1201 passò sotto il dominio di Gualtieri di Brienne, per poi finire agli Orsini Del Balzo. La cittadina accolse i profughi provenienti da Otranto e dintorni, dopo l’attacco turco del 1480, e conobbe quindi un periodo di sviluppo ed aumento della popolazione, passando il proprio scettro a diverse famiglie feudali che qui fecero casa.

1 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Il palazzo Baronale di Caprarica fu costruito dai Marchesi Giustiniani durante il 1600, ma la prima struttura fortificata risale al periodo Normanno, ed era dotata di due torri, di cui una è visibile ancora oggi nel giardino interno. L’esterno del palazzo che vediamo oggi risente degli abbellimenti tipici del periodo barocco.

2 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Ma molti sono ancora gli elementi militari che risaltano alla vista, come il muro di cinta che ingloba tutta la vasta struttura, situata nel cuore della cittadina: sopra vediamo una garitta, la classica postazione di guardia.

3 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Sul retro, invece, dall’esterno di può ammirare la torre fortificata, munita di caditoie…

4 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Sopra il portone di accesso svetta un balcone superbamente adornato…

5 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

…ed una volta entrati, si accede al cortile interno, che introduce a sua volta nel vasto giardino interno.

6 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Qui ci si può avvicinare alla torre…

7 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

…ed osservare il giardino…

8 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

…sul cui lato destro, si apre un ipogeo…

9 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

…di dimensioni impressionanti! Forse la cisterna d’acqua del castello, ricavata, come abbiamo visto anche nel centro storico del paese, da una cava, da cui si estraeva il materiale per la costruzione, che aveva la doppia utilità di essere poi riutilizzata per altre funzioni.

10 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Infatti, tornando verso il palazzo, scopriremo altri ipogei, sotto la sua struttura…

11 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

E’ qui che si apre uno dei più grandi complessi “industriali” dell’antico Salento, un enorme frantoio ipogeo…

12 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

…sopra il suo accesso, una croce saluta il visitatore.

13 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

In fondo alla ripida scalinata scavata nella roccia, si aprono due accessi: a sinistra, c’è un primo frantoio…

14 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

…desta sempre stupore, vedere dal vivo questi ambienti, ricavati con incredibile maestria nella roccia viva: tutto, persino gli stipi di porte e finestre venivano “estratto” dal banco roccioso…

15 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Sulla destra, un altro frantoio! Possiamo solo immaginare la quantità di gente che qui ha vissuto, sudato, combattuto, chiusa per 6 mesi all’anno senza vedere mai la luce, per tutto il periodo di lavorazione delle olive, da ottobre a marzo.

16 castello palazzo baronale di caprarica di lecce

Uno spaccato di vita, di miserie e nobiltà, con cui questo territorio ha combattuto ed è giunto fino ad epoca moderna, conservando intatta la sua storia nella pietra.

(che ringrazia l’amabile padrona di casa per la sua simpatia e cortesia).

Per chi fosse rimasto affascinato dalla vista dei frantoi ipogei salentini, allora guardi la nostra galleria! 

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Il Palazzo Baronale di Caprarica di Lecce

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.