Alessandro Romano, regista e scrittore

ALESSANDRO ROMANO (Lecce, 1975) regista e scrittore.

Percorso personale completo, in parole, video e fotografie.

Coltivando dopo la maturità di Perito Turistico il sogno di fare la guida turistica in giro per il Salento, finisce invece nel 1997 alla divulgazione della propria terra attraverso il lavoro per l’emittente salentina Telerama, curando la ripresa, il montaggio, alcuni testi e la regia di video documentari riguardanti il Salento (per programmi come Salento d’amare o Terre del Salento), e la Puglia (come la produzione documentaristica “Japigia”) di cui seguono alcune puntate.

Affiancando a questo l’innata passione di ricerca storiografica, fotografica e quella della scrittura. Nel 2016 pubblica il romanzo “L’Alba del Difensore degli uomini” (Edizioni AltroMondo, Vicenza)…

finalista al Premio Letterario Nazionale “Un Fiorino”, che ottiene subito lusinghiere recensioni

…e una presentazione speciale alla Feltrinelli Express di Verona. Ad agosto 2017 esce “Lento all’ira” (Edizioni Esperidi, Monteroni), romanzo storico ed insieme immaginifico sulla Terra d’Otranto, quattro Menzioni Speciali…

…al Premio NabokovPremio Internazionale Cumani Quasimodo

…Golden Books Awards 2018 e UnicaMilano 2018. Il romanzo ha avuto un seguito nel racconto inedito “Dammi la mano” (si legge qui)

…che ha vinto il Premio Nazionale Letterario “La Vita Contadina Ieri e Oggi” nel settembre 2019. A marzo 2019 esce il romanzo “Tsunami lento”, grandioso tributo ad Emilio Salgari, sulle onde della storia, la fantasia, il mare e l’avventura…

presentato a Verona nell’anniversario della morte del narratore veronese: Menzione “Autore” ai Golden Books Awards 2020 a Napoli, terzo classificato al “Premio Internazionale Salvatore Quasimodo” (2020, selezionato inoltre per la pubblicazione di un estratto nell’Antologia pubblicata da Aletti Editore)…

…e Terzo classificato al Premio Internazionale Città di Castrovillari. A giugno 2020 pubblica “Come due granelli di senape”, la storia vera e poetica di Pisso e Nina, 87 anni di vita insieme stroncati poi dal Covid-19.

Mentre un altro racconto, “Il rumore dell’ignoto”, viene selezionato per la pubblicazione a cura di Terra Somnia Editore in un’antologia che raccoglie esperienze al tempo del Covid-19. ​Luglio 2020 vede la pubblicazione de “Il Folle“ (PlaceBook Publishing, Roma)…

…romanzo contemporaneo che strizza l’occhio alla letteratura pulp. Ha firmato la regia del documentario “Messapia. Terra tra due mari”

…allegato all’omonimo libro di Lory Larva (2011), per il quale ottiene la Targa di merito del Premio “Maglio” 2017

…per i servizi, tesi alla promozione culturale del territorio, alla riscoperta della civiltà messapica e del patrimonio archeologico, trasmessi nel programma di Telerama «Terre del Salento». Riprese e montaggio per la regia di Lory Larva per il docu-film in costume “La divina bellezza della città chiesa”. Ha contribuito alla produzione fotografica di questo e di altri libri: “La vita in grotta tra Puglia e Basilicata” (C.D.Fonseca, Congedo Editore 2019). “Idume e altre storie d’acqua” (Cazzato-Margiotta, Primiceri Editore 2020). “Pionieri del Salento”, “Divine tavole”, “La cucina salentina”, “Incantevole Bari”, e la prestigiosa strenna “Case del Salento”, (2015-2016, Silvia Famularo, Edizioni Grifo), “Calimera nascosta” (Silvano Palamà, 2014), “Salento da esplorare” (Stefano Margiotta, Capone Editore 2016), “Viaggio in Italia alla ricerca della sirena bicaudata” (Selma Sevenhuijsen, Effigi 2019).

Relatore presso scuole

…e in vari convegni, “Puglia geologica”

…nel marzo 2018, Lecce sotterranea dell’agosto 2018…

…e quello della Giornata della Terra, organizzato da Italia Nostra ad aprile 2018, unisce in questi interventi la sua passione per il video documentario. La connessione fra la sua scrittura e il Salento (che ha attirato l’attenzione del Magazine Salento Dove, per un’intervista) non insegue a tutti i costi la pubblicazione cartacea, infatti pubblica gratuitamente molti suoi lavori su Internet (vedi qui). Ha scritto per riviste letterarie, come “Il Corsaro Nero” (Verona) oppure turistico-culturali come “Salento Review” o “Salento Dove”. Il suo viaggio fra scrittura e terra d’origine è sfociato nel 2015 nella realizzazione di un film cortometraggio, Il Delfino e la Mezzaluna, per cui ha curato testi, riprese e regia, ed anche interpretazione…

…grazie alla sua famiglia e gli amici, che lo hanno aiutato in un’opera suggestiva ed insieme gratuita, oggi pubblicata su Youtube. Nel 2016 pubblica il suo primo lungometraggio, un film documentario, “Viaggio in Terra d’Otranto”.

Nel maggio 2013 ha creato questo sito web, cullando l’antico sogno di fare la guida turistica, ma ben presto il viaggio nella Rete lo ha spinto a seguire il richiamo della sua personale Sirena a due code della Conoscenza (di cui ha disegnato il logo del sito) in un’esplorazione globale del mondo, grazie alla collaborazione di amici con la stessa passione, con l’intento di una divulgazione libera, di tutte le meraviglie del Pianeta. Continua un personale ed ancora privato lavoro, che dura da anni, di sintesi, per l’elaborazione di un libro fotografico sulla storia del Salento. Primo classificato a livello nazionale nella categoria e-Culture & Tourism dell’Italian eContent Award 2015 (ROMA), per le riprese video del film-documentario “Tesori di Otranto in 3D”, realizzato a cura di Virginia Valzano, Coordinatore Tecnico-Scientifico del CEIT (Centro Euromediterraneo di Innovazione Tecnologica per i Beni Culturali e Ambientali e la Biomedicina).

Premio “AMOR LOCI Gino Cantoro 2015, a Melpignano, per questo sito web.

Per la sua attività è stato inserito nel monumentale Dizionario Enciclopedico dei Salentini (Carlo Stasi, Edizioni Grifo 2018). Di seguito, alcuni video documentari prodotti per il web.

Contatto personale: sandrolento@gmail.com

I suoi libri sono a richiesta anche sulla sua mail. “Tsunami lento” lo trovate QUI, anche in versione INGLESE, “Il Folle” QUI. Per qualsiasi altra richiesta, anche di collaborazione video o di comunicazione creativa, scrivete pure.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.