Coste e spiagge del Salento

Famose ormai ovunque, le spiagge del Salento hanno raggiunto la fama di luoghi più blasonati in giro per il mondo, catturando il visitatore per quella loro quasi miracolosa comunione di luoghi ameni, dal mare cristallino e la sabbia finissima, ma anche una costa rocciosa, più selvaggia e fascinosa, il tutto spesso contornato dalla Storia: torri costiere, ville romane e quant’altro si danno il cambio, nelle centinaia di chilometri di linea costiera dal tarantino al brindisino, passando per il leccese.

In questa galleria faremo un viaggio lungo tutta questa piccola grande penisola protesa verso il centro del Mediterraneo, percorrendola tutta, cominciando dal golfo di Taranto, il luogo dove per tutto l’anno vivono stabilmente i delfini.

spiagge del salento

La linea costiera di Ginosa e Castellaneta è un trionfo di dune e litorale sabbioso, dove i lidi turistici accolgono folle oceaniche di bagnanti, offrendo ogni sorta di servizi.

2

Taranto, a cavallo fra il Mar Piccolo e il Mar Grande, conserva la sua vocazione marinara, da qui è possibile partire in escursione per il Golfo.

spiagge del salento

Il litorale fra le marine di Pulsano e Leporano (provincia di Taranto) è fra i più suggestivi in assoluto. Per gli amanti di ogni genere di costa, le calette rocciose si alternano a graziose spiagge di dune assolate, che nascondono resti di ville romane e mosaici…

4

…Torre Castelluccia si affaccia su questo mare, nascosta fra le sue pinete…

 spiagge del salento

“Luogo vivo” (Leporano, provincia di Taranto), un’incantevole baia, delizia dei bagnanti…

6

Ecco qualche resto della citata villa romana…

spiagge del salento

E qui sopra il fascinoso luogo del mitico approdo di Falanto, il fondatore di Taranto. Siamo in località Saturo (Leporano), una baia stupenda, circondata da una spiaggia meravigliosa!

torre lapillo spiagge del salento

Scendendo più a sud entriamo in provincia di Lecce, dopo aver superato le Saline dei Monaci (un parco naturale incastonato nelle saline medievali create dai benedettini), e siamo sulla incantevole spiaggia davanti a Torre Lapillo, famosa ovunque per le sue acque basse e la sabbia finissima.

9 palude del capitano

Da qui fino a molto più a sud è un susseguirsi di Parchi Naturali, una lunga serie di panorami suggestivi per gli amanti della Natura! Sopra siamo nella palude del Capitano.

spiagge del salento

Ora comincia lo spettacolo delle marine di Nardò… (sempre provincia di Lecce)…

coste e spiagge del salento

Santa Caterina

coste e spiagge del salento

Panorami dal Parco Naturale di Porto Selvaggio

coste e spiagge del salento

Panorami dal Parco Naturale di Porto Selvaggio

14

Ed ora una panoramica della costa gallipolina… un altro incanto!

15

Gallipoli

baia verde gallipoli

Gallipoli vista da Baia Verde, celebre località balneare.

17 ugento

Litorale di Ugento (Lecce): un susseguirsi di dune sabbiose.

18 salve

Sempre scendendo più a sud, siamo lungo la costa di Salve (Lecce), famosa per le sue “Maldive del Salento” e la sua sabbia senza pari!

felloniche

Località “Felloniche”, comune di Patù, una spiaggia da sogno!

19

Siamo giunti sul Tacco d’Italia: Leuca! Celebre per i suoi vacanzieri vip, fin dalla fine del 1800, come testimoniano queste strutture usate all’epoca dalle signore che non si volevano far vedere mentre si bagnavano in mare!

20

Una costa rocciosa, ricca di grotte naturali, ideali per il turismo in barca e le gite in mare.

21

Vista dall’interno di Grotta Porcinara, Leuca (Lecce).

22

Interno della Grotta del Diavolo (Leuca, Lecce).

23

Si comincia a risalire dal lato opposto del Salento, ed incontriamo il canalone del Ciolo, un vero e proprio fiordo norvegese, che penetra parecchio all’interno, ed è meta di bagni e tuffi temerari da tanta gente.

24

Il Ciolo

25

Risalire questa lunga linea costiera molto alta in barca permette di apprezzarne le meraviglie naturali, da togliere il fiato!

26

Le Grotte Cipolliane (Parco Naturale Costa Otranto-Luca).

27

Torre Palane, vista la mare è ancora più suggestiva. Ma le Torri Costiere nel Salento sono numerosissime e meritano un viaggio a parte!

28

La splendida insenatura dell’Acquaviva, comune di Diso (provincia di Lecce).

badisco-albania

Questa rarissima immagine è stata scattata a Porto Badisco e si nota il fenomeno che descriveva lo studioso salentino Cosimo De Giorgi alla fine del 1800, cioè che in certi momenti la costa del Salento sembra vicinissima a quella dell’Albania!

29

Superata la costa di Otranto siamo nelle marine di Melendugno, celebri anch’esse oltre ogni dire: qui sopra la stupenda baia di Sant’Andrea (provincia di Lecce).

30

Torre dell’Orso, le “Due Sorelle”.

31

La meraviglia della “Poesia”, a Roca Vecchia (prov. di Lecce).

32

Roca Vecchia

33

Siamo entrati nel litorale leccese, basso e sabbioso, intervallato da torri cinquecentesche: Torre Veneri.

34

Sopra, siamo giunti nel brindisino, una falesia consumata dal mare, che non sminuisce il fascino di questi lidi…

35

Il litorale di Ostuni e Fasano custodisce un altro Parco Naturale, che si chiama appunto delle “Dune costiere”, un bellissimo habitat, paradiso dei bagnanti!

1

Vi salutiamo con questa cartolina da Ostuni. Questi mari sono tutti da visitare, e da vivere pienamente!

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

Coste e spiagge del Salento

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.