Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator website I delfini di Taras

I delfini di Taras

Taranto, la grande capitale magnogreca ha origini mitiche, legate alle poetiche evoluzioni dei delfini del Mediterraneo. Nel suo meraviglioso golfo, giunse Taras, duemila anni prima di Cristo. Sulle sue rive, mentre onorava suo padre, il dio Poseidone, compiendo un sacrificio, all’improvviso apparve un delfino. Taras lo colse come un segno favorevole per fondare proprio lì, una città. Sua madre si chiamava Satyria, sua moglie Satureia, forse per questo il luogo ebbe nome Saturo.

La tradizione dell’VIII secolo a.C. ci racconta che la città fu fondata dagli spartani di Falanto, ma questa è un’altra storia.

IMG_5219

Moneta_Taranto

I delfini sono rimasti, non sono solo leggende classiche, vivono anche qui, nei mari del Salento, ed hanno preso dimora stabile nel Golfo di Taranto settentrionale…

acrobazia Grampo LD

E’ una realtà che ci è stata portata a conoscenza grazie alla Jonian Dolphin Conservation, un’Associazione di ricerca scientifica finalizzata proprio allo studio di questi cetacei.

Acrobazia Stenella 3

Sono mammiferi che devono essere protetti, lo studio della loro vita consentirà a questa benemerita Associazione di perseguire questo scopo.

Delfini 3 LD

La Jonian Dolphin Conservation è specializzata nella gestione di progetti marini con particolare focus sullo studio dell’impatto ambientale; svolge attività di progettazione e conduzione di Marine Mammals Surveys visivi ed acustici con attrezzature e personale specializzato; ha realizzato documentari ed allestito spazi espositivi per mostre ed eventi sui temi della salvaguardia dell’ambiente marino; nell’ultimo anno ha svolto attività di dolphin watching coinvolgendo turisti e cittadinanza a bordo della stazione di monitoraggio Taras, un catamarano di 40 piedi ideato ed equipaggiato appositamente per le attività di ricerca dei cetacei; effettua, in cooperazione con altri enti/istituti, attività di ricerca in mare, utilizzando mezzi nautici equipaggiati con ecoscandaglio, sonde multiparametriche, sistemi di ripresa video fotografica in HD, idrofoni per studi di bioacustica; conduce campagne di  avvistamento  e  ricerca  scientifica sui cetacei rivolte agli studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori; realizza corsi professionalizzanti come Marine Mammals Observer ed operatori di Whale Watchers.

Delfini 7 LD

L’associazione aderisce dal 2010 all’OBIS-SEAMAP, il portale interattivo della Duke University che raccoglie a livello mondiale i dati sugli avvistamenti dei cetacei. (http://seamap.env.duke.edu/dataset/812) J.D.C. con gli oltre 250 avvistamenti negli ultimi tre anni ed una percentuale di successo del 93%, è classificata come una delle associazioni di ricerca scientifica più attive a livello nazionale.

Delfini 14 LD

A Febbraio 2013 J.D.C. si è classificata al 1° posto nella sezione “ricerca scientifica ed innovazione tecnologica” del Sea Heritage Best Communication Campaign Award che è il riconoscimento internazionale per tutti i soggetti – pubblici e privati – che hanno  sviluppato progetti o interventi per la valorizzazione, la promozione e la divulgazione del patrimonio marittimo.

Delfini evoluiscono davanti Ginosa Marina aprile 2012 LD - Copyright Jonian Dolphin Conserva

Stanelle sotto Taras

Per autofinanziarsi, l’Associazione organizza escursioni in mare aperto con i turisti. E il divertimento è assicurato!

Stenelle sotto Taras

Stenelle

Taras e Taranto LD

(le foto dei delfini sono di proprietà dell’Associazione. Per info:  www.joniandolphin.it)

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

I delfini di Taras

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.