I castelli di Tricase

Sud Salento, costa orientale, agro di Tricase, terra fertile fin dagli albori della storia, oggetto di scorrerie di predoni in ogni epoca. Forse è questo il motivo per cui in un ristretto tratto di territorio si incontrano piccole fortezze, una per ognuna frazione dell’odierno comune: i castelli di Tricase. Un piccolo scrigno di Salento che fin dal Medioevo fu fortificato a dovere, con dimore poi divenute signorili nel Rinascimento.

Cominciamo questo tour da Tutino, dove osserviamo per primo il Castello dei Trane. Uno dei pochi a conservare parte del fossato originario. Fu costruito durante il XV secolo, rinforzato da possenti mura alte 7 metri e spesse quasi 1 metro e mezzo…

castelli di tricase tutino 1

In origine, il perimetro di questa fortificazione era dotata di molte torri, oggi ne restano solo cinque, alcune con base a scarpa, collegate in cima con un camminamento di ronda che per alcuni tratti è visibile ancora oggi…

castelli di tricase tutino 2

Verso la fine del XV secolo però, era divenuto già obsoleto, rispetto agli incalzanti e nuovi dettami militari, perciò fu ceduto dal conte di Alessano a don Luigi Trane, che in pratica ne fece la sua residenza signorile.

castelli di tricase tutino 3

Caprarica del Capo è un’altra frazione di Tricase, ed anch’essa conserva un’ulteriore fortezza, sicuramente costruita a seguito della invasione di Otranto da parte dei Turchi nel 1480.castelli di tricase caprarica 1

Cosimo De Giorgi, durante i suoi studi in Terra d’Otranto nel XIX secolo, riporta nei “Bozzetti di Viaggio” un’epigrafe che oggi non esiste più, e che si trovava sopra una delle torri angolari: “CASTELLO FACTO PER MASTRO ANTONIO RENNE DE TRICASE A(nno) 1524”.

castelli di tricase caprarica 2

Il portale di accesso è sorvegliato da una grossa caditoia a tre gettate…

castelli di tricase caprarica 3

Anche questa fortezza era dotata di un fossato, in origine, e presenta una muraglia alta 7 metri…

castelli di tricase caprarica 4

…dalla piccola collina adiacente, si osserva meglio dall’alto…

castelli di tricase caprarica 5

Siamo ora a Lucugnano…

castelli di tricase lucugnano 1

…davanti al castello dei Capece, costruito nel XVI secolo dai Castriota Scanderbeg, che ampliarono la precedente struttura di epoca Normanna…

castelli di tricase lucugnano 2

La torre principale è coronata da beccatelli e merlature, che le imprimono un aspetto severo…

castelli di tricase lucugnano 3

…nel corso dei secolo le varie famiglie feudatarie che si sono succedute lo hanno ampliato e modificato secondo le loro esigenze: l’interno conta ben 22 stanze, distribuite lungo due piani.

castelli di tricase depressa 1

Ed ora eccoci a Depressa, altra graziosa frazione di Tricase…

castelli di tricase depressa 2

Il castello è sorto attorno ad una torre Angioina del XIV secolo, ed anche esso subì l’attacco dei Turchi del 1480…

castelli di tricase depressa 3

…perciò, fu ricostruito dai Saraceno nel 1548, e poi ammodernato dai Gallone, signori di Tricase…

IMG_4349

 

…che lasciarono il loro stemma araldico, presso la caditoia sopra l’ingresso…

castelli di tricase depressa 5

Oggi è di proprietà della famiglia Winspeare, da cui proviene il noto regista salentino, Edoardo, autore di film come “Pizzicata” e “Sangue vivo”.

castelli di tricase depressa 6

Sopra, siamo nel cortile del castello di Depressa, mentre sotto arriviamo nel centro storico di Tricase, nell’attuale Palazzo Gallone…

castelli di tricase palazzo gallone 1

… il nucleo più antico di questo maniero è il massiccio torrione posto a sud-est…

castelli di tricase palazzo gallone 2

…inglobato fra la chiesa matrice e il palazzo successivo, costruito nel XV secolo, probabilmente sui resti di una precedente fortificazione…

castelli di tricase palazzo gallone 3

…una cinta muraria con fossato, lunga 400 metri, completava il sistema di difesa insieme ad altre torri più piccole… era il cuore dell’antico borgo tricasino…

castelli di tricase palazzo gallone 4

La facciata orientale si articola su tre piani e presenta un elegante loggiato archivoltato. All’interno, gli ambienti del pian terreno ospitavano diverse strutture atte alla produzione dei beni di uso quotidiano, come il forno e il mulino.

castelli di tricase palazzo gallone 5

L’ambiente forse più curioso, per il visitatore del castello, sono le prigioni…

castelli di tricase palazzo gallone 6

…entrandoci, ci si imbatte in una lunga serie di graffiti, che gli antichi prigionieri lasciarono sui muri, durante la loro prigionia…

castelli di tricase palazzo gallone 7

…ci si trova di tutto, epigrafi, firme, con tanto di nomi e cognomi, disegni… tutto a partire dalla seconda metà del 1400…

castelli di tricase palazzo gallone 8

…fra gli animali raffigurati, qui sopra, due civette accanto ad un uomo col grande copricapo…

castelli di tricase palazzo gallone 9

…fra gli uomini, poi, un interessante spaccato di vestiario e copricapi impiegati all’epoca…

castelli di tricase palazzo gallone 10

…qui sopra, un mare di pesci…

castelli di tricase palazzo gallone 11

…e poi navi, navi di vario genere e dimensioni…

castelli di tricase palazzo gallone 12

…qui sopra, l’umo sembra rappresentare quasi un turco, con scimmitarra, turbante e larghe vesti…

castelli di tricase palazzo gallone 14

…e qui sopra, la mesta conclusione di uno di questi prigionieri, che riporta anche la data, e il… “fui pigliato”. Una piccola rassegna che è per noi una piccola anticipazione delle prigioni medievali salentine, i cui graffiti sono più di quanti si possa immaginare, e che presto metteremo tutte insieme in un altro viaggio!

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

I castelli di Tricase

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.