Il cisternone di Depressa

Tempo fa vedemmo il più famoso Cisternale di Vitigliano, enigmatico monumento che qualche studioso ha collegato all’acqua per spiegarne la funzione, oggi ne vediamo un altro, questa volta una struttura meno nota, sicuramente cisterna, monumentale, ma che pone tante domande senza risposta certa. Il tutto all’interno di un territorio, quello di Depressa (Tricase), nel Capo di Leuca, tutto interessante.

Arrivando da Castiglione, si entra nella zona dell’antica Salete, mitica città di cui nulla si sa per certo, e che la tradizione racconta sia stata distrutta dai turchi nel 1480. C’è una zona che qui chiamano “Campo del Re”, che dovrebbe aver assistito a questo fatidico assalto…

1

Interessante la presenza del menhir, “Croce di Principano”, inglobato all’interno di un muro di recinzione e graffito da vistose croci cristiane…

3

…ma in tutta la zona la costruzione dei muretti a secco ha visto l’utilizzo di grossi massi monolitici. Qualcuno immagina siano i resti di questa Salete, che potrebbe essere stata un centro messapico…

4

Il territorio circostante presenta anche moltissimi banchi di roccia affiorante che sono stati utilizzati e cavati a più riprese…

5

6

Bella questa pagghiara, costruita con l’antico sistema delle pietre collocate a “spina di pesce”… si trova a poche decine di metri dall’enigmatico ipogeo che abbiamo visto la scorsa volta…

7

Il sito custodisce anche la chiesetta di Sant’Elia…

cisternone di Depressa

…e così giungiamo proprio all’ingresso di Depressa, nell’area nota come “largo dei pozzi messapici”… un’interessante costruzione idraulica che convenzionalmente si fa risalire ai Messapi, ma in realtà non vi è nulla di certo, se non che la zona fu comunque abitata da fattorie d’epoca romana. Quindici pozzelle si aprono sopra questa ampia depressione, coperte da grossi blocchi monolitici…

cisternone di Depressa

E poi, si apre davanti a noi questa grande struttura voltata a botte…

cisternone di Depressa

…che solo a guardarla da dentro rende bene l’idea, della sua ampiezza…

cisternone di Depressa

L’acqua vi giunge, sicuramente portata da un sistema di canalizzazione, e qui forma un laghetto costantemente colmo…

cisternone di Depressa

Sopra, sulla destra, possiamo notare il canale di scolo…

cisternone di depressa

14

Suggestivo, sentire questo scorrere perpetuo… consigliamo di guardare il video, che rende meglio l’idea di come questo posto sia rimasto nei secoli ancora vivo e funzionale, attraverso Storia e Leggende.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Il cisternone di Depressa

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.