I tesori della Chiesa matrice di Grottaglie

I nostri viaggi su e giù per la Terra d’Otranto ci hanno riportato a Grottaglie, dove finalmente abbiamo potuto visitare con accuratezza la sua incantevole chiesa matrice, che, come spesso accade nei borghi e città di questa terra, una lunga storia si srotola davanti ai nostri occhi affascinati. Costruita su un’antica grotta in cui si conservava un affresco della Vergine Maria,

questo monumento sorge nel 1372 (probabilmente ampliando l’edificio preesistente), dopo la donazione del reverendo don Romano de Romano della Collegiata Maria Santissima Annunziata.

grottaglie-1

Già convento carmelitano, esso conserva vari elementi della memoria storica del passaggio di questo ordine, come il chiostro affrescato che sorge sulla destra dell’antico complesso della Chiesa…

grottaglie-27

…di cui possiamo vedere solo l’esterno…

grottaglie-28

All’interno del chiostro è stato restaurato un enorme “Ciclo di Elia”, e purtroppo in questa occasione non abbiamo potuto documentare. Così, indugiamo sull’ingresso della chiesa…

grottaglie-2

…che come nella più classica architettura romanica, è sorvegliato da grossi animali di pietra.

grottaglie-3

Sulla facciata si apre un oculo sul cui perimetro è scolpito un intreccio di motivi vegetali…

grottaglie-7

…con i bassorilievi raffiguranti Cristo in trono, l’Arcangelo Gabriele e la Vergine…

grottaglie-4

Sotto il protiro, caratterizzato da un elaborato intaglio a foglie d’acanto e retto da due colonnine, si apre il portale pure esso arricchito da un raffinato intreccio di motivi animali e vegetali.

grottaglie-5

La chiesa fu fatta erigere dall’Arcivescovo Giacomo d’Atri, come recita l’iscrizione posta sulla facciata.

grottaglie-6

grottaglie-8

All’interno, sulla sinistra subito si nota uno splendido altorilievo dell’Annunciazione, datato XVI secolo.

grottaglie-9

Superba, la cappella dedicata a San Ciro (XVII secolo), contenente un dipinto della Madonna del Rosario attribuito al De Matteis. La cupola dedicata al santo risulta esternamente rivestita con mattonelle maiolicate policrome.

grottaglie-10

grottaglie-11

grottaglie-12

Un altare che è una grande testimonianza di barocco grottagliese!

grottaglie-13

grottaglie-14

grottaglie-16

grottaglie-17

Fra gli altri tesori, questo Crocifisso che ricorda molto i capolavori di frate Angelo da Pietrafitta, che abbiamo già conosciuto: chissà che anche questa non sia un’opera sua?

grottaglie-18

grottaglie-19

grottaglie-21

chiesa matrice di grottaglie

chiesa matrice di grottaglie

Interessante anche l’organo cinquecentesco…

chiesa matrice di grottaglie

…ma quello che più di tutto mi ha rubato gli occhi è stata questa scultura…

chiesa matrice di grottaglie

… una Madonna con Bambino molto diversa dal solito… Proviene da Santa Maria “in silvis”, il Santuario di Santa Maria Mutata, presso Grottaglie, sulla via per Martina Franca, datato da alcuni storici al X secolo. In questo antico luogo di culto, ai primi del 900, sotto l’altare maggiore fu ritrovata questa piccola e interessante statua romanica della Vergine, in pietra bianca (XII secolo). Oggi si conserva nella matrice per motivi di sicurezza. Un gioiello del cuore antico di questa terra!

 

 

 

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

seguici-su-FB

I tesori della Chiesa matrice di Grottaglie

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.