Viaggio in Romania, paradiso bizantino

Un viaggio in ROMANIA è una vera favola. Da me vissuta  fra 11 e 18 agosto, non solo ha proposto una notevole varietà paesaggistica e naturalistica, ma soprattutto si è rivelato l’ultimo lembo d’Europa con i capolavori della cultura ortodossa.

I monasteri della Bucovina – edificati nel XIV e XV secolo, per affermare la resistenza della fede ortodossa contro l’espansionismo musulmano e cattolico – capolavori dell’arte bizantina per i vivaci affreschi dipinti anche sulle pareti esterne delle chiese, raffinate pagine bibliche e storie di santi, nonostante le inevitabili intemperie di quasi cinque secoli, stordiscono per la ricchezza cromatica (l’“azzurro” di Voronet, è famoso, nel lessico artistico, al pari del “rosso” Tiziano o del “verde” Veronese). Per questo motivo, sono considerati unici in Europa e, perciò, patrimonio UNESCO. I partecipanti sono rimasti incantati e ammutoliti dinanzi a questo splendore, immaginando la fatica di questi artisti sia per ottenere i colori (il giallo dallo zolfo, l’azzurro dal lapislazzulo, il rosso dal rizoma della robbia), sia per la precisione del tratteggio “a fresco”. Di seguito, il mio reportage fotografico!

Adele Quaranta

Viaggio in Romania, paradiso bizantino

Viaggio in Romania, paradiso bizantino

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.