San Lorenzo fuori le mura a Roma

Costruita nel tratto fuori le mura della via Tiburtina, la Basilica di San Lorenzo fuori le mura è una delle sette chiese di Roma che si possono ammirare fuori  il centro storico. Fu voluta dall’imperatore Costantino nel IV secolo, accanto alla tomba del martire Lorenzo,

ma durante la sua lunga storia fu più volte rimaneggiata, ampliata, bombardata e infine restaurata. La facciata infatti mostra l’aspetto ottocentesco voluto da Papa Pio IX. Il portico risale al XIII secolo, l’ingresso è completamente affescato, ma ha perduto tutti i mosaici di cui era adorno originariamente. Qui si conserva il monumento funebre ad Alcide De Gasperi, insieme a varie opere medievali.

San Lorenzo fuori le mura

San Lorenzo fuori le mura

L’interno è composto dalle due basiliche costruite in epoca diversa (VI e XIII secolo), e si presenta assai imponente.

San Lorenzo fuori le mura

IMG_4795

Pareti e soffitto sono spesso rivestiti d’oro…

IMG_4884

…e diversi sono i monumenti funebri custoditi.

IMG_4813

Imponente l’altare centrale, abbellito da un grande baldacchino.

IMG_4815

Ma è il chiostro interno la particolarità di questo grande edificio…

IMG_4833

Tutte le mura laterali sono arricchite da tantissimi reperti d’epoca romana, ma anche medievale: epigrafi e statue lasciano il visitatore incantato, per il gran numero di reperti.

IMG_4816

IMG_4831

IMG_4818

Anche qui, resti e monumenti lapidei funebri, conservatisi in buono stato.

IMG_4827

IMG_4849

Il traffico caotico di Roma non si avverte più, all’interno di questo chiostro, nel quale il visitatore può avvertire il proprio battito del cuore, tanto è il silenzio intorno.

IMG_4855

IMG_4869

Una visita s’impone, in questo angolo poco noto, rispetto alle sue meraviglie più famose, della grande Roma, la città dagli infiniti tesori.

 

 

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

San Lorenzo fuori le mura a Roma

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.