Ruffano e Torrepaduli, tra fede e tamburelli

Ruffano e Torrepaduli, la città e il borgo, adagiati su una serra meravigliosa, sono due cittadine che tutti gli amanti del Salento devono conoscere. Un tripudio di storia e cultura, arte e tradizioni.

Questo territorio è stato abitato fin dalla preistoria, basta fare un passeggiata nei dintorni per scoprire ovunque menhir, alcuni anche sconosciuti alle fonti, ancora tutti da catalogare.

menhir forato

Il più suggestivo dei menhir di Ruffano. Siamo sul Manfio.

menhir di ruffano

Qui siamo nei pressi della cripta del Crocifisso

menhir di ruffano 2

menhir di ruffano 3

La vera storia di Ruffano comincia nell’alto medioevo, e certamente il paese è stato popolato da influenze greche, come è risultato anche dai recenti studi archeologici. Il centro storico è un insieme di tesori architettonici. Cominciamo a scoprirli visitando la chiesa matrice, dedicata alla Natività della Beata Vergine Maria.

chiesa madre di ruffano

chiesa matrice di ruffano

La costruzione iniziò ai primi del 1700, e fra i tanti artisti che parteciparono a questa grandiosa opera architettonica ci fu il pittore ruffanese Saverio Lillo, che realizzò splendide tele.

IMG_4584

IMG_4586

Lo splendido pulpito decorato a oro

IMG_4587

Lo stupendo altare di Sant’Antonio di Padova

IMG_4588

IMG_4589

IMG_4592

Tutti gli altari di questa chiesa sono la massima espressione del barocco leccese.

IMG_6917

IMG_6926

IMG_6927

La devozione per il Santo ha prodotto questa stupenda statua argentea

necropoli medievale

I sotterranei della chiesa custodiscono l’antico cimitero bizantino, dove si può ancora vedere l’ossario e le tombe scavate nel banco roccioso.

scheletri

sotterranei chiesa di ruffano

Questi ambienti nascondono anche gli antichi granai, e passaggi che collegavano un vano all’altro.

sotterranei

Tutti i reperti che sono stati trovati con gli scavi archeologici hanno costruito un piccolo museo, allestito all’interno della chiesa stessa, attraverso il quale si può fare un viaggio nel medioevo ruffanese.

museo della chiesa madre

chiesa di san marco

La chiesa della Madonna del Carmine è un altro gioiello del centro storico. Costruita nel 1500, in realtà sostituì la precedente chiesa rupestre di San Marco Evangelista, che si trova tuttora nei suoi sotterranei.

IMG_7998

Chiesa Madonna del Carmine, interni.

IMG_7999

Chiesa Madonna del Carmine, interni.

IMG_8002

Il culto e la devozione dei ruffanesi verso San Marco è antico, ed è riscontrabile ancora oggi, attraverso tutti gli ex voto esposti e il rito della guarigione delle orecchie, legata da sempre al Santo.

ex voto

Scendiamo ora nei sotterranei e ammiriamo l’antichissima chiesa rupestre di San Marco, custode di alcuni fra i più bei affreschi della nostra storia.

cripta di san marco a ruffano

IMG_7997

Questa chiesa ha sfruttato una cavità in parte naturale.

cripta di san marco

Una splendida Madonna del 1100

IMG_7980

San Pietro

IMG_7978

L’Angelo dell’Annunciazione

san marco

San Marco mentre scrive il suo Vangelo

IMG_7990

Resti delle sepolture ritrovate in questa chiesa.

cenobio basiliano

Torniamo sulla Serra, dove in un posto incredibilmente suggestivo e isolato, troviamo un cenobio basiliano, che custodisce la Cripta del Crocifisso, un altro luogo veramente da scoprire.

cripta dfi ruffano

IMG_5054

 

In questi ambienti, a mò di capitelli, possiamo vedere una strana raffigurazione: due personaggi che ci riportano singolarmente agli occhi i mostri orientali, come vediamo nella foto sotto.

IMG_2600

 

cripta del Crocifisso a ruffano

Ora siamo all’interno della cavità, in parte grotta naturale, scavata anche dall’uomo.

IMG_5027

In questa sorta di abside naturale l’antico frescante ha usato una sporgenza della roccia per ricavare il corpo del Cristo, ritratto con un volto che ricorda i tratti giotteschi.

Crocifisso di ruffano

IMG_5043

Tutte le volte della grotta erano interamente affrescate. Purtroppo sono pochi quelli rimasti ancora in condizione di essere apprezzati.

IMG_5058

Trinità

La cripta è tornata a nuova vita grazie ad un associazione di volontari che l’hanno resa fruibile e accessibile anche a manifestazioni religiose e culturali.

IMG_5032

cripta della Trinità a ruffano

Nei pressi c’è anche un’altra grotta-cripta, nota come “della Trinità” o “dell’Eternità”, nella quale purtroppo gli affreschi si sono deteriorati del tutto.

IMG_5081

SAMSUNG

Un altro luogo storico di Ruffano è la cinquecentesca chiesa della Madonna della Serra, posta anch’essa su un incantevole luogo fuori città. L’edificio fu risistemato nel secolo successivo.

Chiesa Madonna della Serra, Ruffano

Chiesa Madonna della Serra

SAMSUNG

ruffano panorama

palazzi di ruffano

palazzo di ruffano

porta

Scorci del centro storico

ruffano

scorcio castello di ruffano

costume tradizionale greco attico

Ruffano negli ultimi tempi ha riallacciato i rapporti con la cultura greca, promuovendo scambi fra questa ridente cittadina e la madrepatria greca, con la quale Ruffano è legata fin dall’alto medioevo.

costume tradizionale greco

TORREPADULI è la frazione di Ruffano. Sorta anch’essa nell’altomedioevo, deve il suo nome alla presenza in antico di torri, probabilmente tre, che svettavano a controllo del territorio. Un territorio che certamente era contraddistinto dalla presenza dei paduli, zone di natura acquitrinosa.

santuario di san rocco

santuario di torrepaduli

Santuario di San Rocco, interno.

Torrepaduli è legata indissolubilmente al culto per San Rocco. Il suo Santuario è meta ogni anno di migliaia di pellegrini provenienti da ogni dove.

san rocco a torrepaduli

danza dei coltelli

Torrepaduli è famosa per la tradizionale danza dei coltelli, ancestrale rito che si perpetua ancora oggi, anche se in forma di spettacolo, nei giorni della festa di San Rocco, generalmente dal 15 al 18 agosto di ogni anno. Migliaia di persone accorrono a vedere lo spettacolo, animato dalla frenetica danza della pizzica scherma e dalla travolgente esibizione dello storico gruppo dei Tamburellisti di Torrepaduli.

pizzica

santuario di san rocco

IMG_6589

luminarie

IMG_6591

pizzica

torrepaduli

Chiesa matrice dell’Immacolata, centro storico di Torrepaduli

IMG_6599

Chiesa matrice, interni.

IMG_6600

IMG_6605

Chiesa matrice, gli affreschi cinquecenteschi

IMG_6608

IMG_6609

IMG_6611

IMG_6614

IMG_4955

Un viaggio a Torrepaduli, in agosto, equivale ad una immersione nella storia, le tradizioni, la fede e la musica più autentica di questa terra.

tamburello

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Ruffano e Torrepaduli, tra fede e tamburelli

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.