Il Museo Archeologico di Castro

Dopo le suggestive scoperte della campagna di scavo 2015, è nato il Museo Archeologico di Castro, uno splendido scrigno custodito dal poderoso castello della millenaria cittadina posta come sentinella davanti all’Adriatico. Uno scrigno che proietta il visitatore in un viaggio nella Storia di questa terra, dalla Preistoria fino ad epoca aragonese, promettendo nuove e future scoperte.

Un viaggio che non mancherà di incantare chiunque, non solo l’appassionato di Storia, ma, come è accaduto anche al sottoscritto in visita con mio figlio, anche i bambini, attratti dalle ricostruzioni ed i bellissimi pannelli illustrativi.

museo archeologico di castro 1

la visita parte, come si diceva, dai progenitori ancestrali, i frequentatori delle grotte preistoriche del territorio di Castro, su tutte Grotta Romanelli e poi Zinzulusa

museo archeologico di castro 2 museo archeologico di castro 3 museo archeologico di castro 4 museo archeologico di castro 5

Questi sono alcuni dei reperti meglio conservati giunti fino a noi… una bellezza ed una perfezione stupefacente!

museo archeologico di castro 6

museo archeologico di castro 7

museo archeologico di castro 8

museo archeologico di castro 9

museo archeologico di castro 10

museo archeologico di castro 11

museo archeologico di castro 12 museo archeologico di castro 13 museo archeologico di castro 14

Qui sopra, uno dei reperti più interessanti di Grotta Romanelli, una pietra, dipinta con file sovrapposte di segni a forma di pettine. Un significato ancora nascosto, dietro questi simboli così lontani da noi…

museo archeologico di castro 15 museo archeologico di castro 16 museo archeologico di castro 17 museo archeologico di castro 18 museo archeologico di castro 19vero

Il Museo vanta una serie di bellissime ricostruzioni, sia in plastico che grafiche, e ricreano la città messapica, restituendo al visitatore con folgorante immediatezza il paesaggio che era noto anche al grande poeta latino Virgilio…

museo archeologico di castro 20x

museo archeologico di castro 21x

museo archeologico di castro 22

“E di ver l’oriente un curvo seno, in guisa d’arco, a cui di corda in vece sta d’un lungo macigno un dorso avanti, ove spumoso il mar percuote e frange. Nei suoi corni ha due scogli, anzi due torri, che con due braccia il mar dentro accogliendo, lo fa porto e l’asconde. E sopra il porto, lunge dal lito è il Tempio. Ivi smontati, quattro destrier bianchi più della neve, che pascevano il campo, al primo incontro per nostro augurio avemmo”…

museo archeologico di castro 23

E’ Enea che racconta, tramite la divina penna di Virgilio nel terzo canto della sua Eneide, lo sbarco dell’eroe troiano in Italia, in fuga da Troia. Ci ritornano alla mente queste righe, dopo la preziosa scoperta avvenuta in Castro, sul sito che il prof Francesco D’Andria (Università del Salento) indica come il luogo da cui Enea avvistò il Tempio di Minerva, e i grandi cavalli bianchi che trottavano al pascolo…

museo archeologico di castro 24

Dalle dimensioni del tronco, la statua, con addosso una veste finemente drappeggiata, doveva essere alta quasi quattro metri, scolpita in pietra leccese. Sembra riferibile al IV-III secolo a.C.

museo archeologico di castro 25

museo archeologico di castro 26

Qui sopra, altri brandelli della statua…

museo archeologico di castro 26bis

Da questo scavo è emerso il coccio che vediamo sopra, che vediamo paragonato con un reperto che sembrerebbe avere analoga epigrafe. Nella interpretazione dello studioso Paolo Cavone leggiamo: [D]AOZ ATINAHAI <=> “(Sacello?) di Athena”. Un’epigrafe dal tratto elegante e dalle A con barra angolata, risulterebbe del pieno periodo ellenistico (IV sec A.C.). Paolo azzarda: DAOZ ATINA HAZ [ZAVOAS …], Hazzavoas, dal verbo messapico “hazavaθi” (che secondo il Santoro significherebbe “versare” o “offrire”), e spesso associato o sinonimo di “Tabara” (sacerdotessa)…

museo archeologico di castro 26tris

museo archeologico di castro 27

museo archeologico di castro 28

museo archeologico di castro 29

museo archeologico di castro 30

Molti gli elementi architettonici riferibili ad un’importante costruzione, probabilmente un tempio, di cui resistono anche frammenti di iscrizioni… ovviamente in lingua messapica.

museo archeologico di castro 31 museo archeologico di castro 32

museo archeologico di castro 33 museo archeologico di castro 34

museo archeologico di castro 35

museo archeologico di castro 36

museo archeologico di castro 37

Questo prezioso bronzetto rafforzerebbe il riconoscimento di Atena nella statua in pietra leccese: questo fu rinvenuto qualche anno fa, e raffigura proprio la dea.

museo archeologico di castro 38 museo archeologico di castro 39 museo archeologico di castro 40

museo archeologico di castro 41

museo archeologico di castro 42

museo archeologico di castro 43

museo archeologico di castro 44

Come si diceva, il viaggio nella macchina del tempo di questo Museo, ci porta anche in pieno Medioevo…

museo archeologico di castro 45

…alla corte del celebre Raimondello Del Balzo Orsini, di cui qui sopra vediamo un piatto da parata.

museo archeologico di castro 46

museo archeologico di castro 47

Fino poi a giungere, tramite molte ceramiche invetriate, in epoca aragonese, di cui restano moltissimi reperti.

museo archeologico di castro 48

museo archeologico di castro 49

Bellissimi queste statuine cinquecentesche.

museo archeologico di castro 50

museo archeologico di castro 51

museo archeologico di castro 52

museo archeologico di castro 53 museo archeologico di castro 54

Il Museo custodisce anche un’interessantissima collezione di monete. Ma a sentire i ragazzi che ci lavorano, il meglio deve ancora arrivare! Sono tutti convinti che nel prossimo scavo archeologico, si riuscirà a ritrovare i pezzi mancanti della grande dea Atena, fra cui la testa. Non resta che augurare il meglio agli archeologi che ci lavoreranno ed alla Soprintendenza tutta!

(il Museo è visitabile, per info: 0836 947005)

 © Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Il Museo Archeologico di Castro

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.