Viaggio sulle Serre Salentine

Le serre salentine, il territorio che da Galatina si estende verso il gallipolino, comprendente i Comuni di Aradeo, Collepasso, Neviano, Seclì e Tuglie, rappresenta una interessante zona naturalistica e storica del Salento.

Facciamo un breve viaggio in questa zona ricca di sorprese, la cui morfologia da sempre presenta ottime condizioni per l’insediamento, essendo queste serre alte appena 60-70 metri sul livello del mare, immerse nell’incantevole scenario di vigneti e oliveti, coccolati da un clima perfetto. ARADEO avrebbe avuto origine durante la dominazione bizantina, come dimostra il ritrovamento di alcune pergamene che si riferiscono proprio a quegli anni. Il suo nome deriva proprio da una parola greca che sta a indicare la grande presenza di torrenti sotterranei.

aradeo

Aradeo, la porta medievale

colonna di san giovanni battista

La comunità di Aradeo è da sempre devota a San Giovanni Battista, a cui è dedicata una colonna, eretta nel 1658, che sorregge la statua del Santo. Questo luogo godette per un secolo del diritto d’asilo, di cui poteva beneficiare qualunque perseguitato che fosse riuscito ad aggrapparsi alla colonna prima di essere arrestato. Nella foto successiva possiamo notare il graffito di una nave, inciso proprio sulla colonna, significativo per diversi luoghi “di passaggio” del Salento.

graffiti di navi

IMG_5629

IL cinquecentesco altare della Chiesa dell’Annunziata

cappella di san giovanni

Cappella di San Giovanni, sul limitare del paese.

IMG_9906

Il territorio di COLLEPASSO si innalza fino a 180 metri, sulla serra di Sant’Eleuterio. Il primo insediamento era denomintao Colopati, e risale al 1200. Per qualche motivo, forse riferibile ad un grave attacco di pirati, il centro si spopolò, per poi tornare ad essere appetibile ai feudatari della zona, che lo ripopolarono per incrementare il lavoro delle masserie circostanti. Siamo nel 1500, quando, sui resti di una precedente fortificazione venne costruito il palazzo baronale da Oronzo Leuzzi.

palazzo baronale di collepasso

Collepasso, palazzo baronale.

IMG_8472

Palazzo baronale, particolare del pozzo visto dalla piazza antistante

collepasso

Palazzo baronale

chiesa matrice di collepasso, serre salentine

Chiesa matrice della Natività di Maria Vergine

IMG_8452

Chiesa matrice, interno.

IMG_8450

Chiesa matrice, particolare degli affreschi più antichi.

IMG_8451

Chiesa matrice, particolare degli affreschi più antichi.

Le prime fonti scritte che parlano di NEVIANO, risalgono al 1100, quando re Tancredi unì questo feudo alla sua contea di Lecce. L’origine del nome forse è dovuta alla massiccia presenza di neviere in questo territorio, le costruzioni rurali che contenevano la neve, ma non si ha certezza assoluta.

chiesa matrice di neviano

Chiesa matrice di San Michele Arcangelo

serre salentine

neviano

Chiesa di San Giuseppe Patriarca

chiesa Madonna della Neve a Neviano

La chiesa Madonna della Neve a Neviano.

IMG_3930

L’Abbazia di San Nicola di Macugno è la testimonianza dell’antico abitato medievale di Neviano, fornito di strade carraie, cisterne, forni ed un ampio paretone che proteggeva l’abitato.

macugno, serre salentine

Preesistente alla costruzione dell’Abbazia è un villaggio rupestre, che dimostra la lunga continuità di abitazione…

vescovo

Affresco situato all’ingresso dell’Abbazia

Le origini di SECLI’ sono controverse, alcuni studiosi le collocano al periodo della lotta fra i Romani e Pirro, altri invece al momento della dominazione Normanna.

castello di secli, serre salentine

La famiglia D’Amato eresse il suo Palazzo nel 1500, ed è ad oggi il monumento più imponente del paese. Da questa famiglia feudataria ebbe i natali Suor Chiara D’Amato, una straordinaria donna in odore di santità cui più volte apparve la Madonna.

1 castello di secli

Entriamo in questo castello, per conoscere gli ambienti dove Ella visse…

2 cappella di suor chiara amato

Questa è la cappella dove pregava…

3

…qualcuno hanno lasciato testimonianza di averla vista levitare… proprio come San Giuseppe da Copertino.

4

5

6

Questa statua della Madonna è stata realizzata proprio secondo l’immagine che Suor Chiara vide.

7

Alcuni dettagli architettonici della dimora…

8

Gli affreschi delle stanze superiori…

9 affreschi castello di secli

10

Alcune volte, a piano terra, decorate in maniera ricercata…

11

12

13

convento di secli

Il Convento dei Frati Minori di Seclì è uno scrigno che ben pochi conoscono (clicca qui per visitarlo).

secli

La chiesa di Santa Maria delle Grazie è il monumento più antico, costruito nel 1500 su una chiesa dell’anno Mille, di cui conserva ancora alcuni elementi.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Chiesa di Santa Maria delle Grazie, interni

san paolo

Particolare dell’altare e della statua di San Paolo

2

3

Il territorio di TUGLIE potrebbe essere stato abitato fin dalla preistoria, come dimostravano i menhir che un tempo si trovavano qui. Senza contare che nei pressi si estende il territorio di Parabita, proprio con la zona delle Grotte delle Veneri. La cittadina si estese durante il medioevo.

menhir di tuglie

Presunto menhir, situato presso il villaggio rupestre.

chiesa matrice di tuglie

Chiesa matrice Maria Santissima Annunziata

tuglie

Chiesa matrice Maria Santissima Annunziata, interno.

palazzo baronale di tuglie, serre salentine

Il seicentesco Palazzo Ducale

IMG_0164

serre salentine

Palazzo Ducale, particolare del coffee house dei feudatari.

villaggio rupestre di tuglie, serre salentine

La zona dell’insediamento rupestre di Tuglie

IMG_0153

 

museo della radio di tuglie

Tuglie ospita il “Museo della Radio”, unico nel suo genere, che ripercorre dalle origini l’evoluzione di questa celeberrima invenzione.

tuglie

Al piano inferiore c’è lo storico frantoio ipogeo di Tuglie. Questo è solo un assaggio delle bellezze e delle peculiarità che i Comuni delle Serre Salentine possono offrire al visitatore, oltre che ad una ancora non citata specialità nella gastronomia, di ogni genere!

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

I Comuni delle Serre Salentine

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.