Paesaggio rupestre di Gallipoli

Incontrare due amici nelle campagne gallipoline, appassionati di storia locale, mi ha concesso l’opportunità di leggere un testo dello storico Ettore Vernole, che negli anni ’30 lavorò ad un saggio sulle caratteristiche del paesaggio rupestre di Gallipoli, dal titolo: “Tombe preistoriche nel Salento”. Così abbiamo ripercorso le sue orme, nel paesaggio rurale fra Alezio e Gallipoli.

Scoprendo le cripte, fra le cave della zona, che lui aveva descritto, ma poi imbattendoci anche in qualcosa a cui il Vernole non accenna minimamente…

paesaggio rupestre di gallipoli 1

Il panorama è sgombro da insediamenti abitativi moderni, e sicuramente gli antichi Messapi lo conoscevano bene, visto che è posto lungo il tragitto che univa l’antica città di Alezio al suo “porto naturale”, che era Gallipoli.

paesaggio rupestre di gallipoli 2

E’ qui che, inghiottite dalla vegetazione, si notano alcune strutture scavate nel banco roccioso, di cui si nota solo la scala di accesso, i cui gradini sono anch’essi ricavati nella roccia…

paesaggio rupestre di gallipoli 3

E poi, questa cripta… nel suo testo, il Vernole la chiama “tomba”, e riporta che fin dai tempi della Prima Guerra Mondiale era conosciuta in loco come “acchiatura de lu Ravenna”, riferendo anche la leggenda secondo la quale uno dei Ravenna, tornando in città con la sua carrozza, attraversando i solchi che ancora oggi sono visibili in zona delle strade che convergevano tutte verso Gallipoli, incappò in questo scavo: al suo interno ritrovò una campana d’oro ed un serpente d’argento.

paesaggio rupestre di gallipoli 4

Insieme agli amici, Francesco Rocco Bramato, e suo fratello Fabio, ci caliamo nell’ipogeo. Nessuna traccia di affreschi. Una croce patente, graffita su una parete…

paesaggio rupestre di gallipoli 5

…notiamo l’accuratezza dell’accesso, che conserva l’imbotto di un’antica porta…

paesaggio rupestre di gallipoli 6

…altri solchi incisi sulle pareti, che potrebbero anche essere saggi di intaglio, per via delle cave che circondano tutta la zona…

paesaggio rupestre di gallipoli 7

paesaggio rupestre di gallipoli 8

paesaggio rupestre di gallipoli 9

paesaggio rupestre di gallipoli 10

paesaggio rupestre di gallipoli 11

Perché il Vernole la chiama tomba? Sembrerebbe la classica cripta eremitica di cui è pieno il Salento, e questa in particolare, con la colonna posta al centro, e la sua pianta circolare, somiglia moltissimo alla cripta di San Giovanni in agro di Cutrofiano…

paesaggio rupestre di gallipoli 12

Forse perché, nella parte più interna, in basso si nota uno scavo rettangolare, ora completamente ricolmo di detriti, che in passato accoglieva una sepoltura?…

paesaggio rupestre di gallipoli 13

Solo un’ipotesi, ovviamente. In questo caso sarebbe interessante risalire ad una datazione…

paesaggio rupestre di gallipoli 14

…ma questo è lavoro di archeologi!

paesaggio rupestre di gallipoli 15

Sulla volta c’è un foro, che non sembra successivo…

paesaggio rupestre di gallipoli 16

paesaggio rupestre di gallipoli 17

paesaggio rupestre di gallipoli 18

Come si diceva, tutto intorno è zona di antiche cave…

paesaggio rupestre di gallipoli 19

…il paesaggio è incantevole, nel suo abbandono…

paesaggio rupestre di gallipoli 20

…si conservano anche le gradinate da cui i cavatori accedevano al loro campo di azione.

paesaggio rupestre di gallipoli 21

Adiacente, anche un’antica masseria diruta…

paesaggio rupestre di gallipoli 22

…l’occhio mi casca su uno dei suoi conci di costruzione, che sembra riportare il tridente, una delle lettere dell’alfabeto messapico… ma non vorrei volare con la fantasia, verso la vicina Alezio!

paesaggio rupestre di gallipoli 23

paesaggio rupestre di gallipoli 24

paesaggio rupestre di gallipoli 25

Però è interessante questo insediamento agricolo…

paesaggio rupestre di gallipoli 26

…si conserva nei suoi pressi un grande scavo rettangolare, che era utilizzato per qualche lavoro della masseria…

paesaggio rupestre di gallipoli 27

…ed all’interno, si trova un frantoio un pò atipico… oppure più probabilmente un palmento dove si lavorava l’uva…

paesaggio rupestre di gallipoli 28

…almeno, quello che ne resta…

paesaggio rupestre di gallipoli 29

paesaggio rupestre di gallipoli 30

paesaggio rupestre di gallipoli 31

La scala consumata lascia intuire gli anni e anni di vita passata dall’insediamento. Non molto lontano, si trova un’altra cripta ricavata nella roccia…

paesaggio rupestre di gallipoli 32

…anche questa indagata dal Vernole, il quale riporta che era stata già ai suoi tempi tagliata in due dall’opera delle cave circostanti…

paesaggio rupestre di gallipoli 33

paesaggio rupestre di gallipoli 34

Anche qui, nessun accenno di affreschi, solo alcune nicchie per riporre i lumi dell’illuminazione…

paesaggio rupestre di gallipoli 35

paesaggio rupestre di gallipoli 36

paesaggio rupestre di gallipoli 37

paesaggio rupestre di gallipoli 38

E’ in questo paesaggio abbandonato e selvaggio, che ad un certo punto io e Fabio esclamiamo all’unisono: e questo?

paesaggio rupestre di gallipoli 39

Nascosto dalla vegetazione si apre un tunnel che sparisce sotto terra…

paesaggio rupestre di gallipoli 40

…così, iniziamo a seguirlo…

paesaggio rupestre di gallipoli 41

In alcune parti è voltato e coperto, ma in vasti tratti rimane senza copertura…

paesaggio rupestre di gallipoli 42

paesaggio rupestre di gallipoli 43

paesaggio rupestre di gallipoli 44

Lo scavo è preciso e meticoloso, alto ad altezza d’uomo. Mi ricorda molto la parte ipogea dell’acquedotto Romano del Triglio, in agro di Statte, che portava l’acqua dalle murge fino a Taranto… ma non oso immaginare una connessione simile fra l’antica Alezio e Gallipoli!

paesaggio rupestre di gallipoli 45

Questi canali sono lunghi centinaia di metri…

paesaggio rupestre di gallipoli 46

…in alcuni tratti il percorso si biforca, ma seguirlo completamente è impossibile perché in vasti tratti è completamente sommerso dalla vegetazione, quindi dobbiamo uscire dal suo interno e costeggiarlo dall’alto…

paesaggio rupestre di gallipoli 47

…in alcuni tratti, poi, il percorso “sfocia” in ambienti rettangolari, forse usati come cava, e poi continua oltre…

paesaggio rupestre di gallipoli 48

paesaggio rupestre di gallipoli 49

paesaggio rupestre di gallipoli 50

L’esplorazione completa richiederebbe giorni!

paesaggio rupestre di gallipoli 51

paesaggio rupestre di gallipoli 52

Al suo interno sono cresciuti alberi interi! Qui sopra si nota un’altra biforcazione dei canali…

paesaggio rupestre di gallipoli 53

…alcuni colmi anche di terriccio…

paesaggio rupestre di gallipoli 54

…oltre che di spazzatura…

paesaggio rupestre di gallipoli 55

Il camminamento continua (direzione Gallipoli) fino alla strada statale che da Gallipoli porta a Leuca, sparendo sotto di essa. In alcuni punti, si notano due fori, posti uno di fronte all’altro, all’interno dello scavo.

paesaggio rupestre di gallipoli 56

A cosa serviva questa grande opera di scavo non saprei dire. Potrebbe risalire ai canali di bonifica che il regime fascista fece negli anni ’30 in alcune parti del Salento, come ad esempio verso Ugento? Ma perché il Vernole non ne parla, nel suo saggio? Dovevano essere proprio i suoi anni, quelli interessati da quest’opera… Lasciamo l’interrogativo agli esperti!

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it  

Paesaggio rupestre di Gallipoli

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.