Il Museo Archeologico del Teatro Apollo

Il mio amore viscerale per tutto quanto rappresenta il passato di questa terra non poteva evitare una tappa nell’ultimo sito archeologico che si è rivelato il restauro dello storico Teatro Apollo, a Lecce. Un’occasione che non solo ha visto il ripristino, dopo decenni, di una fetta della storia della comunità leccese moderna, ma ha riportato alla luce le sue tracce più antiche.

Il risultato è il più piccolo dei musei leccesi, ma non per questo meno interessante, almeno per chi cerca di riunire insieme i tasselli cruciali della ricostruzione storica di questo territorio, come è per la locale Soprintendenza e i suoi studiosi.

Il Museo Archeologico del Teatro Apollo

L’esposizione si trova proprio all’ingresso del Teatro Apollo, al piano superiore, e gli appassionati che verranno a vederla potranno associare la visita a quella dei sotterranei, dove sono emerse murature forse addirittura messapiche, e tutta una serie di evidenze molto interessanti (vedi qui). 

Il Museo Archeologico del Teatro Apollo

Il Museo Archeologico del Teatro Apollo

Fra i reperti provenienti dalle sepolture che sono state scoperte e indagate, unguentari e collane, e una statuetta molto bella…

4

…datata fra I e II secolo d.C.

5

L’esposizione è accompagnata da una serie di ricchissimi pannelli, illustrati con sapienza anche grafica da parte della Soprintendenza, che ha documentato lo scavo con diverse fotografie…

6

…che restituiscono appieno lo stato dei luoghi.

7

Fra i reperti, una serie di cocci di ceramica che viene datata a partire dal XIII secolo in poi…

8

…che dimostrano quanto fosse viva e attiva la città di allora.

9 10 11

Fra gli altri oggetti, orecchini in lega di rame, terminali di lacci per il serraggio delle vesti, vaghi di collana in osso (sopra).

12

13

14

15 16

17

18

Precisa e puntuale la documentazione che raffigura i numerosi ritrovamenti di monete.

19 20 21 22 23 24

Chiudiamo con l’immagine di una piccola tomba che ospitava il corpo di un bambino. Ora possiamo, con l’immaginazione, tornare indietro di duemila anni e poter “vedere” la vita, ed anche la morte, dell’antica città di Lecce, nel passaggio della sua storia fra i Messapi e i Romani, il Medioevo e gli Aragonesi.

seguici-su-FB

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.