Le meraviglie della chiesa madre di Noci

La chiesa madre di Noci è ubicata nella piazza più importante dell’antico borgo e la fondazione risale secondo la tradizione al 1316, data smentita da inconfutabili documenti che la vedono esistente già nel 1180. La tradizione vuole che l’edificio sia stato edificato sotto un albero di noce, nel luogo in cui la Madonna della Natività (o del noce) apparve a Filippo I D’Angiò,

Principe di Taranto, proteggendolo da un temporale. Anche se le origine sono incerte, la chiesa ha costituito senza dubbio la prima entità storica, religiosa e civile di Noci.

chiesa madre di noci 22

chiesa madre di noci 16

Dell’antica chiesa di modeste dimensioni e costruita in stile gotico è rimasto ben poco: solo un frammento in autentico stile gotico nella Cappella della Trinità.

chiesa madre di noci 15

L’edificio nel corso dei secoli si è modificato a seguito dei rifacimenti promossi dagli Angioini, dagli Orsini e dagli Acquaviva D’Aragona, nobili famiglie che hanno esercitato il loro potere sul feudo di Noci.

chiesa madre di noci 10

Della facciata, rifatta agli inizi del XIX secolo, spicca il portale, che rimanda ad esempi abruzzesi: sull’architrave si legge ancora la data 1470 e i nomi dei due illustri committenti, il Conte Acquaviva D’Aragona e sua moglie Caterina del Balzo Orsini.

chiesa madre di noci 11

chiesa madre di noci 2

Il rosone, contornato da un motivo a scacchiera con ricche figure all’interno è coevo al portale e presumibilmente realizzato dallo stesso artista.

chiesa madre di noci 5

chiesa madre di noci 8

chiesa madre di noci 21

chiesa madre di noci 7

All’interno della chiesa, a tre navate, si fondono le modifiche apportate nel XV secolo, più visibili nella zona del coro e del transetto, e quelle risalenti al XIX secolo rappresentate dal rivestimento in stucco lucido.

chiesa madre di noci 9

La Cappella della Vergine di Loreto, conserva la Madonna in trono col Bambino del 1505, opera di Stefano da Putignano.

chiesa madre di noci 14

Veramente bella questa Madonna col sorriso…

chiesa madre di noci 18

Profondo interesse desta la Cappella della Trinità, nella quale durante recenti lavori di restauro, è stato scoperto un ciclo pittorico di notevole importanza artistica.

noci

chiesa madre di noci 19

chiesa madre di noci 20

chiesa madre di noci 13

Notevole anche il polittico d’altare del XVI secolo, attribuito allo scultore pugliese Nuzzo Barba, che presenta nel riquadro centrale la Madonna in trono che adora il Bambino e nelle nicchie, scandite nei due registri orizzontali, gli otto Santi, tra cui S. Rocco, protettore di Noci, festeggiato la seconda domenica di settembre.

chiesa madre di noci 4

chiesa madre di noci 1

chiesa madre di noci 3

chiesa madre di noci 6

chiesa madre di noci 12

chiesa madre di noci 17

Un luogo che merita certamente una visita!

Gianluigi Vezoli

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

Le meraviglie della chiesa madre di Noci

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.