La grotta di San Michele in Monte Laureto

“C’è un luogo in Puglia che si distende tra la Murgia e il mare, dove la terra è rossa e le casedde sono bianche come il latte, e così numerose che s’incontrano ogni cento passi. Paesaggio segnato dal bianco delle casedde, dal rosso della terra, dal verde di coltivi ed alberi e dal blu del mare e del cielo”. In questo territorio, a pochi km da Putignano, esiste una piccola oasi verde di pini marittimi

e di roverelle, il MONTE LAURETO, o dei lauri, che nasconde un luogo impensato: una Sacra Grotta naturale trasformata in chiesa dedicata a SAN MICHELE ARCANGELO.

monte laureto 1

Assai diffuso in tutta la Puglia il culto Micaelico è antichissimo e richiama alla mente l’asse immaginario che collega i luoghi Santi con i principali Siti Micaelici che, passando da Monte S. Angelo e Mont Saint Michel, in Francia, arrivano fino in Irlanda.

monte laureto 2

Nella chiesa, avvolte dalle aspre rocce carsiche della volta naturale, sono conservate alcune belle opere d’arte.

monte laureto 3

La piccola chiesa è uno dei migliori esempi di santuario rupestre della Murgia barese ed è inglobata nella struttura che dal 1933 ha ospitato uno dei piu’ importanti Sanatori elioterapici del Mezzogiorno. Immerso nel verde della collina, il santuario colpisce al primo impatto, così com’è adattato alla roccia carsica naturale solcata e segnata dalle acque di milioni di anni. Un vero e proprio sito sotterraneo che raccoglie, nonostante le dimensioni ridotte, un gran numero di fedeli.

monte laureto 4

Il santuario di S. Michele Arcangelo presenta, sul fondo della grotta, una struttura architettonica che racchiude diverse opere d’arte: una grande statua policroma di S. Michele nella prima cappella laterale a sinistra e un bell’affresco medioevale di crocifissione, dipinto nella grande lunetta centrale posta sopra l’altare.

monte laureto 5

monte laureto 6

Affascinante anche il polittico di affreschi tardomedioevali che decorano la piccola cappella sulla destra dell’altare e della grotta. Questi affreschi ritraggono un vecchio Pantocrator nella semicupola absidale ed una Madonna col Bambino che siede tra due santi nel polittico sottostante.

monte laureto 7

monte laureto 8

monte laureto 9

monte laureto 10

monte laureto 11

monte laureto 12

Una bella statua di Madonna con bambino, con angeli volanti incoronanti, attribuibile a Stefano da Putignano abbellisce sulla destra la salita, al colmo delle scale, vicino all’uscita.

monte laureto 13

monte laureto 14

monte laureto 15

monte laureto 16

monte laureto 17

monte laureto 18

monte laureto 19

monte laureto 20

monte laureto 21

monte laureto 22

di Gianluigi Vezoli

 

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

La grotta di San Michele in Monte Laureto

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.