Il cerchio megalitico di Brodgar in Scozia

Stonehenge è il più famoso, ma non è certo l’unico cerchio megalitico che le culture ancestrali europee hanno lasciato come traccia della loro presenza sul Continente: il cerchio di Brodgar (Isole Orcadi, Scozia) è uno di questi, anzi, per estensione è il terzo più grande di tutte le isole del Regno Unito. Arriva infatti a misurare 104 metri di diametro. 

Il sito non è ancora stato oggetto di indagini archeologiche, quindi sarebbe molto difficile datarlo con certezza, tuttavia gli studiosi sono propensi a catalogarlo come coevo di quello di Stonehenge, collocandolo a circa 2500 anni a.C.

 Brodgar

In queste bellissime foto della prof. Adele Quaranta abbiamo il privilegio di vivere una piccola escursione virtuale in questo luogo così suggestivo, posto davanti a due laghi, immerso in un’atmosfera incantata…

 Brodgar

I grandi monoliti non sono molto lavorati, si presentano “grezzi”, ed in origine erano 60. Oggi se ne contano solo 27…

 Brodgar

I grandi lastroni sono posti all’interno di una sorta di fossato, di forma circolare, profondo circa tre metri e largo sei. Il fossato è stato scavato direttamente nella roccia, dai suoi antichi costruttori.

 Brodgar

Tutta la zona circostante è costellata da tombe preistoriche…

 Brodgar

…inoltre, questa struttura si colloca in un contesto che vede non lontani altri luoghi simili, ed insieme non ancora completamente studiati, il che lo rende particolarmente affascinante…

 Brodgar

…di certo, meriterebbe grande attenzione da parte degli archeologi, in vista di scavi futuri.

 Brodgar

Viste dal Salento, queste grandi pietre appena sbozzate ricordano molto un monolite identico che si trova nel sito protostorico di “Pazze”, in agro di Ugento, lungo il litorale di Torre San Giovanni…

le pazze

…nella foto sopra lo vediamo, ormai da chissà quanto tempo collassato al suolo e rotto in tre tronconi. La sua forma, appena sbozzata, è identica alle pietre di Brodgar, questo non vuol dire nulla, ma certo il fascino di questi monoliti che accompagnarono il percorso delle prime comunità umane che si avviavano a lasciare la Preistoria, profuma ormai di grandezza. Anzi, di Storia!

(che ringrazia la preziosa testimonianza della prof. Adele Quaranta)

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

Il cerchio megalitico di Brodgar in Scozia

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.