I segreti del bosco Li Veli a Cellino San Marco

I boschi nascondono sempre qualcosa, fra la loro quiete ed il silenzio, chissà quanto avrebbero da raccontarci, sulla storia delle comunità di questa terra. Qualche volta, il caso, squarcia il velo sui loro segreti, come nel caso del bosco di Cellino San Marco (Brindisi), attraversato durante l’era fascista dalla costruzione dell’Acquedotto, che cominciò a rivelare la presenza di antichi cimiteri.

Con l’aiuto di amici appassionati della loro terra, mi addentro in questo scorcio incantato della primordiale foresta oritana, che secoli fa partiva appunto da Oria, e si estendeva fino all’otrantino, nello splendido scenario della foresta di querce, smembrata col tempo dagli insediamenti umani…

bosco li veli cellino san marco 1

…siamo nel cuore del bosco “Li Veli”, polmone di questo angolo di Salento…

bosco li veli cellino san marco 2

…un bosco attraversato da un banco roccioso spesso affiorante, che si riscontra ovunque “lavorato”, tagliato, ma non certo come una semplice cava di tempi recenti…

bosco li veli cellino san marco 3

Ed infatti, tutta questa zona è ricoperta di sepolture…

bosco li veli cellino san marco 4

…e quelle che si vedono non sono certamente le uniche, nella fitta macchia del sottobosco…

bosco li veli cellino san marco 5

Moltissime sono anche le buche da palo, scavate perfettamente circolari, ricavate dal banco roccioso…

bosco li veli cellino san marco 6

…di svariata grandezza (questa qui sopra è una delle più grandi)…

bosco li veli cellino san marco 7

…ma molte sono più piccole, e seminascoste dalla vegetazione…

bosco li veli cellino san marco 8

Questo è il punto dove ce n’è una piccola concentrazione (sono quattro, visibili)…

bosco li veli cellino san marco 9

…si tratta di una necropoli medievale, mi conferma l’archeologo Christian Napolitano, del cui villaggio però non si è trovata ancora traccia…

bosco li veli cellino san marco 10

…certo, è una zona interessata da una lunga continuità abitativa, come ha confermato la scoperta più grossa, avvenuta nel 1948, di tutto il territorio di Cellino San Marco: una “tomba a forno” eneolitica…

bosco li veli cellino san marco 11

Si tratta di una sepoltura ricavata in una grotticella artificiale, databile fra il 2500 e il 2300 a.C.

bosco li veli cellino san marco 12

La tomba era costituita da un pozzetto cilindrico di oltre 3 metri di profondità, alla cui base si aprivano tre celle. Due celle contenevano numerosi resti di scheletri sovrapposti, alcuni ancora rannicchiati. In queste due celle sono stati rinvenuti i materiali del corredo funebre. Solo la terza cella conteneva un solo scheletro di adulto privo di corredo funerario. In tutto si contarono i resti di 77 individui. Il contesto della sepoltura è stato gravemente danneggiato da uno scavo della fine del secolo scorso, che ne ha cancellato l’impianto, nel tentativo di cercare altre sepolture.

bosco li veli cellino san marco 13

Anche in questo caso, non si hanno tracce del villaggio eneolitico che un tempo qui doveva esistere…

necropoli eneolitica a statte

…e del resto non è nemmeno facile ritrovare necropoli riferibili a questo periodo, in Terra d’Otranto: qui sopra vediamo forse la più celebre, di fronte al golfo di Taranto, in agro di Statte.

bosco li veli cellino san marco 15

Tuttavia, il bosco Li Veli meriterebbe una bella e sistematica indagine archeologica…

bosco li veli cellino san marco 16

…passeggiando in questo angolo incantato, si respira ancora l’antica presenza umana…

bosco li veli cellino san marco 17

…in ogni angolo, il fondo roccioso “parla” ancora…

bosco li veli cellino san marco 18

…e la natura ti fa innamorare!

bosco li veli cellino san marco 14

Come la sensazione di un ritorno a casa. Questo, in fondo, è un pezzo di Salento ancestrale!

(che ringrazia l’amico Christian Napolitano per le notizie, e gli amici dell’Associazione ArcheoCellino, per la passeggiata fatta insieme).

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Il Bosco Li Veli a Cellino San Marco

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.