Castrignano, fra i monoliti del borgo contadino

Grandi monoliti si ergono alla periferia di Castrignano del Capo, in località Giuliano, eretti a costruire un borgo contadino che oggi è purtroppo in gran parte disabitato. Passando di qui, non ho potuto fare a meno di fermarmi, ad osservare queste grandi pietre che quasi certamente vengono dall’antica città di messapica Vereto, e che poi furono i pilastri su cui vissero le genti del posto fino a tempi recenti.

 Tutti i borghi del Capo di Leuca hanno avuto apporti, da quelle pietre. La “città madre dei Messapi” è ancora viva, e non più sulla collina cui sorse ma, quasi come a dar credito ad un modo di dire degli abitanti della zona (“Li paisi te lu capu se movenu”, i paesi del Capo si muovono), in ogni angolo del tacco d’Italia.

Castrignano, fra i monoliti del borgo contadino

Questa è l’entrata di questo borgo contadino, che fece da set per un bellissimo cortometraggio di Franco Pisani nel 2006…

…e i grandi lastroni monolitici spiccano subito al primo sguardo.

Attorno alla stradina principale si snodano le corti e le casette dei contadini…

…alcune delle quali purtroppo in rovina…

…ma la maggior parte ancora solide, e ben tenute.

Sbirciare dentro è come un tuffo nel passato…

…osservando le corti dove un tempo si rincorrevano i bambini del villaggio…

Sorprendente la perizia con cui quella gente riutilizzava la pietra, la lavorava, la rimodellava…

…assieme al legno, con cui si costruivano le travi e i tetti…

…ricoperti poi dalle classiche tegole in terracotta.

Non manca, ovviamente, il pozzo della comunità…

…tutta racchiusa da un muro di cinta dentro cui si è protetta per chissà quanto tempo. Tutto intorno è silenzio, e si odono solo i suoni della campagna. Castrignano nuova è vicina, ma assieme lontana!

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Castrignano, fra i monoliti del borgo contadino

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.