Viaggio in Thailandia

Il mondo era troppo grande per gli Europei che alla fine del 1400 stavano uscendo per la prima volta dal loro millenario ambiente naturale, il Mediterraneo, non potevano nemmeno immaginare un paese come la Thailandia. Millenario anch’esso, fecondatore di vita già dal paleolitico, da almeno 40.000 anni fa, incastonato in un angolo del mondo dove il destino, non già la Storia, decide il suo corso.

Pochi sanno che nel 1400 l’Impero Cinese aveva la più grande flotta del mondo, per la quale gli oceani e le terre non avevano segreti, come dimostrano le mappe che furono in grado di redigere, essi giunsero a viaggiare da Venezia, dal Mediterraneo, fino a scavalcare lo stretto che dava al Mar Rosso, e giungere su tutte le coste dell’estremo oriente asiatico, dove contribuirono a rivitalizzare ogni regno con la loro presenza. Fino a quando la morte dell’Imperatore Xuan De, nel 1435, decretò il rogo della flotta oceanica, che, chissà, forse sarebbe giunta in America molto prima degli Europei, e la chiusura delle frontiere. L’Estremo Oriente era però ormai una terra ricca di vitalità e culture, proprio grazie a questa massiccia ed secolare esuberanza cinese. La Thailandia era uno di quei Regni che gravitavano attorno a quel colosso.

1

Bangkok, la Capitale, la principale città del Paese, è un’antico crogiolo di culture e di razze, decorata dalla profonda fede nel Buddhismo della sua gente, che ha decorato i suoi stupendi monumenti…

2

Un’aria tipicamente orientale si respira per le sue strade antiche, lontane dai moderni grattacieli e il caos dei suoi quasi 10 milioni di abitanti…

3

…un’aria che non può non lasciare a bocca aperta l’europeo che qui vi giunge per la prima volta!

thailandia

5

thailandia

thailandia

E’ un Paese diviso fra il progresso e l’arretratezza, la povertà e la ricchezza…

thailandia

Un viaggio in barca è forse il modo più sorprendente per coglierne degli aspetti particolari!

thailandia

Le antiche costruzioni, da quelle tradizionali ai templi Buddhisti…

thailandia

11

12

Le Isole Phi Phi sono un piccolo arcipelago formato da due isole principali nel mare delle Andamane. Ultimamente questa zona è diventata una famosa meta turistica, da ogni parte del mondo, set di film di grido (ad esempio “The Beach”, con Leonardo Di Caprio). Queste coste hanno conservato uan selvaggia bellezza che non deve essere molto diversa da quella che videro i primi navigatori Spagnoli, giunti da queste parti nel 1500…

13

thailandia

thailandia

thailandia

thailandia

Le Mosquito Island ci salutano! E’ stato veramente un viaggio a colori!

Mosquito Island

(che ringrazia per le fotografie l’amico Mauro Giliberti, pregevole giornalista salentino in forza alla Rai)

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

Viaggio in Thailandia

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.