Taurisano, patria di Giulio Cesare Vanini

Terra antica, quella di Taurisano, vissuta fin dalla Preistoria, progredita durante il Medioevo, che ha dato i natali a tante persone straordinarie, come Giulio Cesare Vanini, grande figura di filosofo rinascimentale, tradito e ucciso dal suo tempo, che egli aveva così lestamente precorso.

Facciamo una passeggiata in questo interessante borgo, ricco di suggestivi scorci e monumenti interessantissimi, che gli restituiscono tutta la sua meritata importanza fra le città del circondario.

taurisano

Taurisano, il settecentesco Palazzo Ducale

La piazza come si vede ora, nasconde un recente scavo…

…che, nell’ammodernamento della piazza stessa, il cuore del paese, aveva svelato alcune strutture dell’antico abitato…

…compresa una strada carraia che qui giungeva.

IMG_2997

IMG_3004

La chiesa matrice della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo è una costruzione abbastanza moderna, risale al 1803, ma fu edificata sui resti di una precedente chiesa cinquecentesca.

IMG_2998

Chiesa matrice, interni.

IMG_3000

Chiesa matrice, interni.

IMG_3001

Chiesa matrice, interni.

Santa Maria della Strada

Taurisano ha un’anima medievale. Il gioiello storico artistico è la chiesa di Santa Maria della Strada, costruita durante il 1200, in perfetto stile romanico pugliese. Stupenda la facciata, arricchita da fregi e capitelli in tono con la raffigurazione simbolica tipica medievale.

IMG_3643

Chiesa di Santa Maria della Strada, particolari della facciata esterna.

IMG_3644

Chiesa di Santa Maria della Strada, particolari della facciata esterna.

IMG_3650

Chiesa di Santa Maria della Strada, particolari della facciata esterna.

IMG_3658

Ma entriamo ora in questa somma architettura per osservare i suoi affreschi…

IMG_3625

Santa Maria della Strada, l’affresco della Madonna di Costantinopoli.

IMG_3629

Chiesa di Santa Maria della Strada, interni.

IMG_3632

Chiesa di Santa Maria della Strada, interni.

IMG_3633

Chiesa di Santa Maria della Strada, interni.

IMG_3637

Ma Taurisano conserva anche i ruderi di una chiesa molto più antica, addirittura del VII secolo, anticamente dedicata a sant’Antonio Abate, e successivamente intestata a San Donato.

IMG_9052

Perfetto esempio di architettura paleocristiana, era un classico dell’epoca bizantina. Purtroppo non è rimasto molto da ammirare…

IMG_9054

Chiesa di San Donato, ruderi.

IMG_9058

Chiesa di San Donato, ruderi.

IMG_9061

Chiesa di San Donato, ruderi.

IMG_9063

Chiesa di San Donato, ruderi.

IMG_9068

Come dicevamo, Taurisano ha dato i natali a Giulio Cesare Vanini, nel 1585, e vide nascere all’inizio il suo fervore religioso, che lo portò ad entrare nell’ordine carmelitano…

giulio cesare vanini

Esistono solo due ritratti del Vanini, sopra ne vediamo uno sicuramente un pò romanzato, mentre sotto l’unico più veritiero.

giulio cesare vanini

Taurisano ha donato alla comunità un Museo, dedicato al suo concittadino più celebre…

…ricco di documenti e notizie…

…situato proprio in quella che fu la casa, del Vanini.

La casa conserva ancora tutto il suo fascino rinascimentale.

Di seguito seguiamo il vicoletto, nel centro storico, che porta a quella che, secondo qualcuno, è stata la sua vera casa natale…  di cui osserviamo qualche particolare…

IMG_0213

IMG_0214

IMG_0211

giulio cesare vanini

Il suo temperamento lo portò ben presto ad abbandonare la tonaca, a farsi domande sempre più profonde, ad esternare i suoi dubbi, il suo pensiero, fino ad attirarsi i sospetti della Curia, che in quel secolo famigerato sguinzagliava il tremendo Tribunale dell’Inquisizione…

giulio cesare vanini

Viaggiò, o meglio, in certi periodi, fuggì, per mezza Europa, tentando di scrollarsi di dosso il sospetto di eresia, di giustificarsi. Erano i tempi in cui menti eccelse come Giordano Bruno e Galileo Galilei erano portati tranquillamente davanti al rogo. Il primo arse vivo, il secondo ritenne più saggio far finta d’esser lui il matto, abiurare e mettersi in salvo…

giulio cesare vanini

A Tolosa, in Francia, si compì il destino del Vanini. Catturato nel febbraio 1619, gli fu tagliata la lingua, fu strangolato e arso sul rogo. Un altro dei sommari omicidi perpetrati ai danni dell’umanità. Solo recentemente l’opera e la figura di quest’uomo è stata ripresa e pienamente riabilitata. Un uomo che adesso può finalmente essere studiato ed apprezzato come merita.

giulio cesare vanini

Taurisano ha dato i natali anche ad un altra figura umana molto interessante, Mirella Solidoro (morta nel 1999), anch’ella è rimasta profondamente nel cuore della gente, tanto che è in corso il suo processo di beatificazione… ma questa è un’altra storia.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

Taurisano, patria di Giulio Cesare Vanini

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.