Masserie storiche d’Arneo

La bellezza del paesaggio di terra d’Arneo, quel “bubbone” selvaggio (come lo definiva il poeta Vittorio Bodini) che si estende da Nardò ad Avetrana, si sposa in maniera affascinante come in pochi altri luoghi, con le masserie storiche che in questa zona sorsero già nel 1400. Una terra particolare, prediletta dagli animali da pascolo, che qui producono meravigliosi formaggi, ma anche dai nobili d’un tempo.

Furono proprio loro, infatti, a dare il via alla erezione di imponenti costruzioni, quasi dei castelli fortificati in miniatura, che per secoli hanno ospitato intere comunità che lavoravano la terra. Sono moltissime le masserie nel territorio di Nardò, ed in questo viaggio ne visiteremo solo qualcuna.

Masserie storiche d'Arneo, masseria termite

Cominciamo la passeggiata da Masseria Termite, davanti alla sua svettante torre fortificata, alta 15 metri…

Masserie storiche d'Arneo

…la quale domina un vasto panorama, dall’entroterra fino al mare…

Masserie storiche d'Arneo

Risale al 1500, ed il suo interno consta di ben tre piani, collegati fra loro da una scala.

Masserie storiche d'Arneo

Il muro di cinta della masseria è costruito con la tipica tecnica cinquecentesca.

Masserie storiche d'Arneo

Esterna al muro di cinta, una cappella, come molte se ne incontrano per tutto l’Arneo…

Masserie storiche d'Arneo

Conserva ancora gli affreschi. Al suo interno, si percepisce non visibile da fuori, un Sant’Antonio di Padova.

Masserie storiche d'Arneo, masseria corsari

Qui sopra siamo invece davanti a Masseria Corsari, altro insediamento difeso da una massiccia torre a due piani, ben “corazzata” dalle sue caditoie gettanti.

Masserie storiche d'Arneo

“Portata di fuoco” ben più imponente quella di Masseria Sciogli, che di caditoie ne presenta molte di più!…

Masserie storiche d'Arneo, masseria sciogli

…e da un lato è corazzata anche da due poderosi contrafforti angolari!

Masserie storiche d'Arneo

E’ il risultato dell’accorpamento di due torri, la più antica risalente alla fine del 1400…

Masserie storiche d'Arneo

Con un totale di ben 9 caditoie, questo autentico castello rurale era assolutamente inattaccabile, grazie alle sue bocche di fuoco.

Masserie storiche d'Arneo

Come detto, ogni stradina di queste amene campagne conserva ancora una cappella, anche se molte sono ormai in via di crollo…

Masserie storiche d'Arneo

…come questa qui sopra, la cui parete destra è ancora in piedi nonostante una vistosa inclinazione…

Masserie storiche d'Arneo

…in altre, la pietà di qualche devoto le lascia almeno dei fiori all’interno…

Masserie storiche d'Arneo

…dove gli ultimi affreschi, alcuni dei quali anche lodevoli, sono in disfacimento…

Masserie storiche d'Arneo

E qui siamo giunti a Masseria Carignano Grande…

masseria carignano grande

…anche questa una struttura cinquecentesca, dotata di una torre colombaia, una chiesa, ed ogni servizio…

Masserie storiche d'Arneo

…e dalla sua facciata, impreziosita da un bugnato di gusto rinascimentale, si capisce anche quanto ci tenessero i suoi nobili proprietari dell’epoca, alla propria dimora!

Masserie storiche d'Arneo

Quando le incursioni turche cominceranno a diradarsi, nel 1700 i nobili riscopriranno il piacere di vivere in campagna, e la masseria diventa allora una villa. E qui siamo davanti all’esempio forse più rappresentativo del Salento: Villa Scrasceta…

Masserie storiche d'Arneo

Rivista infatti nel XVIII secolo, la struttura assume tutta un’altra forma…

villa scrasceta

Entrando nel bellissimo ed ombroso viale alberato, una sensazione di pace e armonia accompagna il visitatore…

Masserie storiche d'Arneo

E davanti a questa splendida facciata settecentesca calza bene l’espressione del mio bambino che mi accompagnava: “Ma da lì si affacciava una principessa!”…

Masserie storiche d'Arneo

In effetti, tutto è voluto e ricercato con cura e bellezza, e ancora traspare, nonostante l’abbandono ed i danni dei selvaggi viandanti moderni…

Masserie storiche d'Arneo

7

8

Accanto all’ingresso, l’immancabile cappella gentilizia…

9

…purtroppo anch’essa danneggiata da imperdonabili vandali…

10

Ma come si diceva, la bellezza di questo luogo ancora si lascia immaginare…

11

…e vedere, nonostante tutto…

12

Il pozzo monumentale, datato 1746, è quasi un unicum in questo territorio…

13

14

I barbari rubarono anche tutte le statue che impreziosivano questo giardino, composte da angeli musicanti di stupenda fattura…

15

Gli interni potrebbero essere ancora salvati…

16

…in alto, la chiave di una grande volta, sorride beffarda contro il tempo e gli uomini ingrati…

17

Il giardino è ancora verde e profumato, le sue panchine continuano ad invitare gli uomini…

18

…certo, fosti molto amata, casa!

19

Verso l’uscita, sulla destra, la costruzione addetta ai lavori della servitù…

20

…la quale certo mangiò lo stesso pane fatto per i nobili di casa…

21

Certo un luogo dove miseria e nobiltà certamente si fusero insieme, e godettero di un passato più generoso di questo abbandono silenzioso e mite.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it  

Masserie storiche d’Arneo

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.