Il David di Michelangelo e Firenze

Celeberrima opera di Michelangelo Buonarroti, il David è uno dei capolavori custoditi dalla splendida città di Firenze. Custodito nella Galleria dell’Accademia è oggetto di visite da migliaia di turisti. Gli esperti lo considerano la più bella opera d’arte mai realizzata. Una considerazione opinabile, certamente, ma che non va molto lontana dalla realtà.

Scolpito fra il 1501 e il 1504 è stata anche un’impresa tecnica, viste le dimensioni ragguardevoli del blocco di marmo: la figura supera infatti i 5 metri di altezza e regge soltanto sulle sue caviglie. Un capolavoro nel capolavoro, che il giovane Michelangelo, appena venticinquenne, portò a termine in maniera superlativa.

david di michelangelo

firenze

Una visita in questa città, è già di per sè affascinante, per via della sua storia rinascimentale, il genio di tanti uomini speciali che l’hanno vissuta…

firenze2

…le meraviglie architettoniche disseminate nel suo centro storico.

david di michelangelo

Sopravvissuto incolume ad attentati di folli e scosse telluriche, che potrebbero danneggiare le sue sottili caviglie, il David osserva ancora oggi il suo invisibile Golia con sguardo di sfida, osannato e circondato con lo sguardo ogni momento dalla gente.

david di michelangelo

Continuerà a farlo per sempre, sventolando l’icona della Bellezza italica nel mondo!

(che ringrazia per le foto l’amica Rosaria Ricchiuto).

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non userà mai banner pubblicitari, si basa solo sul mio impegno personale e su alcuni reportage che mi donano gli amici, tutti i costi vivi sono a mio carico (spostamenti fra le città del territorio salentino e italiano, spese di gestione del sito e per il dominio concesso da Aruba). Se lo avete apprezzato e ritenete di potermi dare una mano a produrre sempre nuovi reportage, mi farà piacere se acquisterete i miei romanzi. Il Folle lo trovate su Amazon (clicca qui), mentre Tsunami lento in alcune librerie (clicca qui) anche in versione inglese (su Amazon), oppure, anche tutti gli altri miei titoli, a richiesta alla mia mail: sandrolento@gmail.com. Tutto ciò che compare sul sito, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it

Il David di Michelangelo e Firenze

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.