Castelli del Salento

Non parrebbe, questa, una terra da castelli. Eppure… sono là. Giganteschi, affascinanti, misteriosi. A volte furono espugnati, dai tanti nemici apparsi dal vasto mare. Ma sempre vendettero cara la pelle. Sempre spettò loro la palma morale della vittoria. La forza della Resistenza, stilizzata e raffigurata in maniera eccellente sul simbolo di tutta la storica Terra d’Otranto, oggi nota universalmente come Salento: il delfino che morde la mezzaluna turca…

2

Il primo fra i castelli del Salento, in realtà dovremmo fare un piccolo sforzo di immaginazione per vederlo. Si trova in agro di Supersano. Si trovava. In cima ad una “motta”, la collina artificiale che costruivano i Normanni, e che abbiamo imparato a conoscere dal prezioso arazzo di Bayeux. Quando i conquistatori nordici arrivarono fin qui, continuarono a segnare il territorio come avevano sempre fatto: colline alzate col terrapieno in località già di per sé sopraelevate, e poi il loro forte, costruito in legno. Questo fu il primo castello del Salento, nel senso strettamente medievale del termine.

1

Poi arrivò la grande epopea di Federico II, che riempì tutta l’Italia meridionale di fortezze e castelli, stavolta di pietra. Seguirono gli Angioini, gli Aragonesi, e questi castelli si facevano sempre più moderni, attrezzati, armati, ricolmi di ogni nuovo dettame d’ingegneria…

acquarica

Acquarica del Capo, uno dei castelli meglio conservati.

andrano

Andrano

avetrana

Avetrana

brindisi

Brindisi, uno dei due castelli della città.

Torri, bastioni di varie forme, sempre più elaborate, dalla classica pianta quadrata a quella circolare, fino a quella a “mandorla” del castello di Carovigno. Tutte questi castelli erano comunque legati dalla posizione su cui venivano eretti: il punto più alto e difendibile del paese…

carovigno

Carovigno

castro

Castro, uno dei castelli più scenografici

ceglie

Ceglie Messapica

copertino

Copertino, uno dei castelli più imponenti.

corigliano

Corigliano d’Otranto

galatone fulcignano

Galatone, Fulcignano. Uno dei castelli normanni.

galatone

Galatone

Infine, divennero dimore nobiliari, quando i cavalieri smisero di fare la guerra ma non potevano esimersi dallo sfoggiare la loro gloria, sul popolo, al quale si affacciavano nelle occasioni più disparate, per esercitare il proprio potere e riscuotere tasse e gabelle…

gallipoli

Gallipoli

lecce

Lecce

mesagne

Mesagne

oria

Oria

otranto

Otranto

palagianello

Palagianello

palmariggi

Palmariggi

pulsano

Pulsano

san vito

San Vito dei Normanni

taranto

Taranto

tricase caprarica

Caprarica del Capo, uno dei castelli di Tricase.

castelli

Tricase, Tutino

vernole acaya

Vernole, Acaya.

Un piccolo viaggio che approfondiremo quanto prima, con gli aneddoti, la storia e le storie legate a questi luoghi affascinanti, che resistono da secoli su questa terra, il paesaggio e la fantasia…

 

seguici-su-FB

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it  

Castelli del Salento

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.