Grottaglie, la città delle grotte

copertina

Grottaglie (Taranto) deriva dal latino Kriptalys e dal greco Kriptos, nome che sottolinea la presenza di grotte in gran parte del suo territorio. Infatti l’origine di Grottaglie è nata dagli insediamenti rupestri susseguitisi sin dal Paleolitico nelle aree, in particolare, di Riggio, di Pezza Petrosa e del Fullonese. Lo scavo in rupe era infatti favorito dalla conformazione sedimentarea calcarea di queste rocce,

ricch...

Read More

Egnazia, fra Messapi e Romani

COPERTINA

Manca ancora gran parte d’Italia, è vero, alle mie personali esplorazioni, però finora quello che ho provato passeggiando per Egnazia l’ho sentito solo a Pompei: un viaggio a ritroso nel tempo, non soltanto nel (adiacente) Museo, ricchissimo di ogni sorta di reperti archeologici, ma proprio fra le vie, le case, le strade di una vera e propria città d’epoca classica, giunta fino a noi.

Un’esperienza che...

Read More

Vaste medievale, sguardo sul passato

copertina

Vaste medievale è il titolo di questa affascinante passeggiata fra le immagini del passato, vivide ed ancora incredibilmente pulsanti, che si possono osservare nella suggestiva frazione di Poggiardo, un borgo dove il tempo si è fermato, e questo scorcio di Salento a sud-est, quello a più stretto contatto con la sua antica capitale Costantinopoli, è rimasto un avamposto d’oriente!

Ad un...

Read More

Il Cuore Verde del Salento

notte verde biodiversit+á

Cura della biodiversità, agricoltura sana, economia solidale: la Notte Verde di Castiglione d’Otranto (Lecce) rimette al centro temi finora considerati “minori”. Obiettivo: rendere maturo lo sguardo nuovo sul territorio. Dialoghi, laboratori pratici, proiezioni, mostre, degustazioni e percorsi di approfondimento scandiranno la serata del 31 agosto, preceduta da tre giorni di preludio.

Read More

San Nicola dei Greci ad Altamura

2

La chiesa di San Nicola dei Greci si trova ad Altamura, lungo il Corso Federico II di Svevia, a pochi passi dalla Cattedrale. Fu originariamente costruita nel 1232 in stile romanico, a servizio della locale comunità bizantina di rito greco-ortodosso e fu dedicata ai santi Mira e Nicola. Fu poi ristrutturata nella seconda metà del XVI secolo e successivamente, nel 1601, riadattata al rito latino,

Read More