dolmen tagged posts

Memorie di cripte, megaliti e masserie solitarie

Quante volte, perlustrando masserie solitarie e abbandonate, mi sono imbattuto in cripte, dolmen e menhir che avrei riscoperto solo abbandonando la strada principale. Luoghi silenziosi, un tempo circondati da voci, uomini e animali, la vita contadina che persisteva, in casali nati nel medioevo, su luoghi abitati sin dalla preistoria. Prima di essere definitivamente abbandonati, e quel che è peggio, oggi, dimenticati.

Read More

Viaggio nella preistoria di Carnac

Carnac, un nome che riporta emblematicamente alla memoria le radici ancestrali d’Europa. Una località della Bretagna, situata nel dipartimento del Morbihan (Francia), che prende il nome da “cairn”, che è il rivestimento in pietrisco e ciottoli che ricopre i dolmen. E’ nota nel mondo per via dell’enorme complesso megalitico comprendente uno sterminato numero di dolmen e menhir.

Di menhir se ne contano 1...

Read More

Il Dolmen di Bisceglie

Secondo Mario Cosmai, storico e scrittore, il famoso Dolmen di Bisceglie, noto come la “Chianca”, rappresenta il più perfetto e il più grande tra i monumenti antichi d’Italia e il più bello e interessante dolmen d’Europa. Scoperto dagli archeologi Francesco Samarelli e Angelo Mosso nel 1909, si trova in un territorio ricco di grotte abitate sin dalla Preistoria. I contadini del luogo avevano già rimosso tutto prima degli scavi,

anche se alcune tracce ...

Read More

Zollino, paesaggi di pietra

Zollino, piccolo borgo della Grecia Salentina, custodisce un paesaggio singolare nelle sue campagne, disseminate di pietre fino all’inverosimile, un panorama selvaggio, che certamente fu abitato fin da tempi remoti. E’ un paesaggio che riscontriamo anche in altri angoli del Salento, ma qui, all’interno di un territorio relativamente ristretto, con una semplice passeggiata si possono ammirare diverse peculiarità.

E non soltanto mo...

Read More

Masserie e tesori nascosti dell’Arneo

L’Arneo, il “grosso bubbone” del Salento, come lo chiamava il grande poeta Vittorio Bodini, nasconde fra le sue campagne tanti tesori nascosti, dimenticati, o del tutto ignorati, che non vogliamo siano rimossi dall’immaginario dei salentini e di chi visita questa terra. Una terra culla del lavoro contadino, un lavoro spesso disperato, per la sua rudezza o nei tempi andati anche negazione, ma dimora anche di tante famiglie che alacremente hanno sudato e progredito qui, nella loro vita.

Una vita che in questa ...

Read More