otranto tagged posts

Valle dell’Idro, la grotta e i graffiti nascosti

Una cavità artificiale di cui ancora non si era avuta segnalazione. Totalmente nascosta da un fitto canneto, si compone di due ambienti principali divisi da un setto litoide. Il primo ambiente adibito a stalla vede due mangiatoie alle estremità di un sedile a L e alcune nicchie. Il secondo ambiente, probabilmente adibito a deposito o abitazione, presenta due ambienti minori satelliti

Read More

I sotterranei del castello di Otranto

Aprono ai visitatori i sotterranei del castello di Otranto, luogo emblematico della storia del Salento, che finalmente rivela a tutti gli ultimi angoli ancora nascosti a turisti e curiosi, appassionati di storia, otrantini e non. Abbiamo già esplorato Otranto, in ogni suo aspetto, stavolta completiamo un viaggio che non avevamo ancora fatto, e ci addentriamo nelle viscere del suo castello.

Read More

I Graffiti del casale medievale di Ficole

Il Salento medievale è ricchissimo di casali scomparsi, di cui pure è rimasta una traccia storica nelle fonti, ma anche qualche sito che sarebbe tutto da esplorare. Come nel caso di Ficole, nell’odierno territorio di Otranto, al confine con quello di Cannole, un casale antichissimo, attestato già nel XIII secolo, come Anfiano e Cannole appartenuto ai feudatari Sambiasi e poi Personè.

Il pr...
Read More

Lungo la via del Santuario di Montevergine

Risalendo la strada che da Otranto prosegue verso Maglie, parallelamente alla strada statale, in un percorso che nei secoli avrà visto il passaggio di tanti pellegrini diretti alla cripta-santuario di Montevergine (Palmariggi), un singolare paesaggio storico-rurale si apre davanti agli occhi del viandante di queste amene campagne olivetate. Una passeggiata veramente interessante…… che ...

Read More

Casole nascosta: la necropoli e l’ipogeo

Della celeberrima Abbazia di Casole, cuore pulsante della Otranto medievale, abbiamo già visto che rimane ben poco, oltre le devastazioni dei Turchi e quelle della dimenticanza, tuttavia il luogo era così importante che non potevo credere non esistesse più altro della sua storia. Infatti, quando l’amico Raffaele Santo mi parlò di qualcos’altro, balzai sulla sedia.

In effetti,...

Read More