La masseria messapica di Pozzo Seccato

Pozzo Seccato è la prima masseria della storia del Salento, costruita nel IV secolo a.C. in piena epoca messapica, completamente circondata da una fortificazione spessa quasi 4 metri: un muro di pietre a secco, foderato all’esterno da grandi blocchi monolitici perfettamente squadrati. All’interno di questo raro esempio di insediamento rurale produttivo, un grande edificio residenziale.

Era suddiviso in ambienti adibiti alla vita quotidiana, una sala per il ricevimento degli ospiti, una cucina (dotata di focolare e lastre per la cottura di cibi), una dispensa e molti altri locali.

Pozzo Seccato

Nella parte centrale, l’edificio era provvisto di una torre a due piani, che permetteva di controllare il territorio circostante, fino al mare, distante appena 5 km. Un altro grande edificio era lungo 16 metri e largo 8, e doveva avere funzione di deposito dei prodotti agricoli ricavati dalle campagne circostanti. Le indagini condotte dagli archeologi dell’Università del Salento, capitanati dal prof. Francesco d’Andria, hanno constatato che la superficie dell’insediamento era di 5000 metri quadrati, per un’estensione di 72 metri per 67.

Sopra vediamo il perimetro dell’edificio residenziale con la sala per il ricevimento degli ospiti. E’ stato ricostruito il primo filare di elevato per permettere una migliore lettura dei volumi del vano. Nell’area del granaio sono stati prelevati alcuni campioni di terreno, e dopo analisi chimiche si è giunti alla conclusione che la struttura non vide mai la frequentazione di animali domestici, il che ha rafforzato l’ipotesi di uso come granaio del locale.

In quest’area siamo davanti ad un edificio risalente al VI-VII secolo d.C., come testimoniano i materiali ceramici ritrovati: misura 12 metri per 7 ed è una preziosa testimonianza di come l’area fosse ancora abitata in età tardo-antica. Sulla stessa superficie, si trovano addirittura i buchi di palo (sotto) usati per la costruzione di una capanna in epoca proto-storica! Questo sito fu davvero di grande importanza per la storia delle comunità di questa regione.

Davanti all’accesso, si affaccia anche un piccolo vano di controllo del transito.

E’ visibile la porta di ingresso all’insediamento, e in gran parte l’intero perimetro originale costruito coi grandi blocchi di calcare lavorato.

La masseria messapica di Pozzo Seccato ad Acquarica di Lecce

La masseria messapica di Pozzo Seccato ad Acquarica di Lecce

La masseria messapica di Pozzo Seccato ad Acquarica di Lecce

L’insediamento rurale venne definitivamente abbandonato dalle tribù messapiche verso gli inizi del I secolo d.C. anche se, come abbiamo visto è stato poi a più riprese frequentato. Si trova appena fuori la splendida cittadina di Acquarica di Lecce (Vernole) e merita sicuramente una visita, da parte di tutti gli appassionati della storia di Terra d’Otranto.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini di Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente.

La masseria messapica di Pozzo Seccato ad Acquarica di Lecce

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.