La chiesa dell’antico Ospedale Spirito Santo a Lecce

Da leccese, confesso che uno dei pochissimi luoghi in cui non ero mai entrato, di quel centro storico di Lecce che ho vissuto durante l’infanzia, perché ci abitavo, e poi in età adulta per via lavorativa ed amore per la storia, è l’antico ospedale dello Spirito Santo. Sorto a ridosso delle mura cittadine, appena entro Porta Rudiae, fu completamente ristrutturato da Giangiacomo Dell’Acaya.

Questi lavori risalgono al 1548, all’apice della carriera del nobile architetto militare dell’Imperatore Carlo V (che finì malamente ed ingiustamente in prigione), che rimise a nuovo una precedente opera del 1389, voluta da Papa Bonifacio IX e realizzata da Giovanni d’Aymo. Esternamente si nota subito la mano di Giangiacomo, per l’utilizzo del bugnato, l’espediente decorativo che ha contraddistinto molte sue opere.

ospedale spirito santo 1

ospedale spirito santo 2

E’ qui che, in occasione della presentazione alla città degli importanti e lungimiranti lavori della locale Soprintendenza, che ha messo a nudo fra l’altro le recenti scoperte archeologiche, varco l’ingresso a me come a tanti leccesi ancora occluso…

ospedale spirito santo 3

…è vero che non vi ero mai entrato, ma a vista, la pietra di una città, ti restituisce sempre l’intimità di casa… come di un angolo che in fondo già conoscevi…

ospedale spirito santo 6

Qui nell’atrio, si sistema accuratamente il pavimento che è stato asportato dalla attigua chiesa che stiamo per scoprire…

ospedale spirito santo 7

Sulla sinistra, rispetto all’entrata, si apre un enorme salone, voltato magnificamente…

ospedale spirito santo 8

…è qui che diventerà operativa la nuova sede della Soprintendenza di Lecce, Brindisi e Taranto.

ospedale spirito santo 9

Sulla destra, invece, rispetto all’ingresso, si trova la chiesa. Anche questa ricostruita proprio a partire dai nuovi lavori del Dell’Acaya, nel XVI secolo. Una struttura che, rispetto all’architettura semplice del complesso è decorata con cura e gusto barocco.

ospedale spirito santo 10

Sotto il pavimento, gli archeologi della Soprintendenza hanno scoperto alcuni vani sotterranei, impreziositi da centinaia di reperti, per una superficie totale di oltre 150 m/q.

ospedale spirito santo 11

Si notano anche i pilastri, le strutture della chiesa precedente, della quale sono rimasti anche alcuni brandelli di affreschi…

ospedale spirito santo 12

Sopratutto, gli archeologi hanno rinvenuto un grande ossario, negli ipogei sottostanti il pavimento della chiesa… come era uso nel Medioevo… un cimitero!

ospedale spirito santo 13

ospedale spirito santo 14

…qui sopra, una figura che non sono riuscito a decifrare, si trova sotto il primo altare sulla destra, della chiesa.

ospedale spirito santo 15

L’altezza della volta è notevole!

ospedale spirito santo 16

ospedale spirito santo 17

Fra gli altri brandelli di affreschi, quello che sembra un frate francescano, col saio ed i sandali, accompagnato da un bastone (sopra)…

ospedale spirito santo 18

Sin qui abbiamo visto il prezioso lavoro di recupero svolto dalla Soprintendenza, e si riferisce al 2016: successivamente, sempre in occasione di un’apertura al pubblico (gennaio 2020), abbiamo potuto completare questo piccolo foto reportage con la fine dei lavori e la riconsegna alla città di questo luogo!

E’ stato lasciato a vista un piccolo scorcio con le infrastrutture poste al di sotto dell’attuale piano di calpestio…

Sopra l’altare principale c’è affrescata la scena dell’Annunciazione, con la Vergine colta di sorpresa mentre leggeva la Parola…

…e l’Angelo le annuncia la grande notizia.

Più confusa l’immagine sul muro che una volta ospitava l’altare principale.

L’organo settecentesco è uno splendore.

Sulla volta si osserva lo stemma della città di Lecce…

…ed un altro che contiene l’aquila a due teste.

Lacerti di affreschi dell’antica chiesa restano a ricordo…

…intima sensazione di fede e operosità che animava questo luogo.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it  

La chiesa dell’antico Ospedale Spirito Santo a Lecce

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.