Nel cuore di una masseria del Salento

La masseria è la casa più autentica della storia minima del Salento, il luogo emblematico della comunità, del lavoro, e della vita in comunione di beni e di fatica, che meglio rappresenta questa gente. Sorsero in grandissimo numero a partire dal XV secolo, quando la terra d’Otranto visse una positiva rivoluzione agricola che diede i frutti per la sussistenza di tutti.

Le masserie crebbero nonostante l’incubo turco continuo, di incursioni e devastazioni, si fortificarono per resistere. Ma anche questa realtà finì nel declino, quando la rivoluzione industriale portò l’attuale progresso che ha nuovamente spopolato gran parte delle campagne salentine.

Però, nonostante le mutate condizioni della società e del lavoro, incontro ancora gente “antica”, che continua a vivere in una vecchia masseria, anche se questa ha perso la sua funzione originaria. E’ il caso di Masseria Le Rene (Surbo, presso Lecce), dove i suoi simpatici signori proprietari, gente vera, che conosce il sacrificio e non dimentica le nostre origini, vi resistono, ancora oggi.

Mi dicono che la torre fortificata risalga alla fine del Quattrocento. E che una volta qui c’era anche un frantoio, fra le attività di lavoro che vi si svolgevano.

La cosa che mi hanno fatto vedere, per cui ho voluto loro bene, è questo piccolo “museo” della civiltà contadina, che hanno conservato, all’interno di una delle stanze della torre.

Vi si trovano tantissimi attrezzi da lavoro, di tanti lavori diversi, che un tempo animavano questa comunità…

Nel cuore di una masseria del Salento

…che qui si raccoglieva la sera, attorno al camino, utilizzato certamente anche per cucinare.

E’ una rara sensibilità, non si tratta di semplice nostalgia. Io trovo tutto ciò come sfogliare un album fotografico di famiglia, attività certamente “inutile”, al giorno d’oggi, ma che tanto contribuisce, periodicamente, a rimetterci in carreggiata, nelle quotidiane e personali battaglie della vita moderna!

Attrezzi, di ogni tipo, per lavorare la terra…

…il grano…

…bilance…

…aratri…

…un piccolo mondo antico che condivido qui con tutti voi, dopo averlo avuto in dono in questa mia fortunata visita, per la quale ringrazio ancora gli amici! Ogni masseria del Salento aveva un cuore come questo, e quel cuore era animato da gente semplice, che viveva a contatto con la natura e i valori ad essa connessi.

© Questo sito web non ha scopo di lucro, non avrà mai banner pubblicitari, perciò tutto ciò che qui compare, sopratutto le immagini, non può essere usato in altri contesti che non abbiano altro scopo se non quello gratuito di diffusione di storia, arte e cultura. Come dice la Legge Franceschini, le immagini dei Beni Culturali possono essere divulgate, purché il contenitore non abbia fini commerciali, anche indirettamente. I diritti dei beni ecclesiastici sono delle varie parrocchie, e le foto presenti in questo sito sono sempre state scattate dopo permesso verbale, e in generale sono tutte marchiate col logo di questo sito unicamente per impedire che esse finiscano scaricate (come da noi spesso scoperto) e utilizzate su altri siti o riviste a carattere commerciale. Per quanto riguarda le foto scattate in campagne e masserie abbandonate, se qualche proprietario ne riscontra qualcuna che ritiene far cancellare da questo blog (laddove non c’erano cartelli o muri che distinguessero terreno pubblico da quello privato, non ce ne siamo accorti) è pregato (come chiunque altro voglia segnalare rettifiche) di contattarci alla mail info@salentoacolory.it  

Nel cuore di una masseria del Salento

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.