La Torre di Londra e i suoi graffiti

WITH ENGLISH TEXT

Andando in giro alla ricerca delle tracce più facili da ritrovare, della storia minima intorno a me, nel Salento, viene facile fare paragoni con realtà molto lontane da questa terra: i graffiti, sono davvero ovunque.

I luoghi dove è più facile trovarne intere pareti sono le carceri medievali e rinascimentali. Nel Salento, i castelli di Lecce, Acaya, Tricase, Maglie, Muro Leccese e altri ancora, sono i luoghi principali di questo tipo di memorie. Volendo fare un confronto in Europa, visitiamo la Torre di Londra, grazie allo straordinario reportage fotografico concessomi dall’amico Ottavio Carbone.

torre di londra e graffiti 1

Si tratta dello storico castello della città, posto sul Tamigi. Costruito a partire dal 1066, dai Normanni conquistatori dell’Inghilterra. La Torre Bianca, che conferisce all’intero castello il nome, fu eretta da Guglielmo il Conquistatore. Le sue prigioni cominciarono ad essere attive dal 1100, per finire addirittura nel 1952!

torre di londra byward tower 2

Anche se il suo scopo era sopratutto di Residenza Reale. Tutto il complesso è costituito da diversi edifici disposti all’interno di due anelli concentrici di mura, e da un fossato, spesso rivisto e ristrutturato, ma tuttavia il disegno architettonico del XIII secolo rimane visibile tutt’oggi.

torre di londra bloody tower 3

La Torre di Londra ha sempre svolto un ruolo di primo piano nella storia della Nazione. Dall’inizio del XIV secolo secolo l’incoronazione di un re era preceduta da una processione dalla Torre all’Abbazia di Westminster. Verso la fine del XV secolo, il castello fu la prigione dei Principi della Torre.

torre di londra e graffiti 4

Ed è proprio la prigione che andremo ad esaminare minuziosamente, passando dal cancello dove, con una barca fluviale si accedeva al suo interno…

torre di londra e graffiti 5

Si ritiene che molti prigionieri accusati di tradimento abbiano attraversato i cancelli della St. Thomas Tower, conosciuta meglio come Traitors’ Gate (Cancello dei traditori). Edoardo I  l’aveva costruito come paratoia e alloggio del re tra il 1275 e il 1279. La chiatta del re sarebbe stata ormeggiata nel bacino al di sotto del grande arco. La cornice di legno in gran parte restaurata al di sopra dell’arco, è stata costruita nel 1532 dal Mastro carpentiere di Enrico VIII James Nedeham, come parte dei preparativi per la processione di incoronazione della regina Anna Bolena. La processione trionfale partì dalla Torre il 1° giugno 1533; meno di tre anni più tardi la regina vi sarebbe ritornata, come prigioniera.

torre di londra e graffiti 6

torre di londra e graffiti 7

Enrico III costruì la Wakefield Tower  sulla riva del fiume tra il 1220 e il 1240. Al piano di sopra vi era un’importante stanza privata con cappella annessa. Era collegata al resto del palazzo di Enrico, al giorno d’oggi distrutto. I soldati nelle stanze al piano inferiore difendevano gli alloggiamenti del re e la paratoia. Oggi, ospita una mostra sulla tortura alla Torre. Il figlio di Enrico, Edoardo I recuperò del terreno dal Tamigi e costruì la Outer Ward (cinta muraria esterna), racchiudendola con un altro muro perimetrale. Dal regno di Edoardo in poi, la Wakefield Tower è stata circondata da terra. Nei secoli successivi è stata utilizzata per conservare archivi di stato ed ha ospitato i gioielli della Corona tra il 1867 e il 1967.

torre di londra e graffiti 8

Questo è il panorama dalla torre!

torre di londra e graffiti 9

Nonostante la sua reputazione di luogo di tortura e di morte, solo sette persone sono state realmente uccise all’interno di essa, perlomeno prima della Seconda Guerra Mondiale. Di solito le condanne avvenivano sulla famosa Tower Hill, a nord del castello.

torre di londra e graffiti 10

La White Tower è stata sempre considerata il mastio per eccellenza, una delle più grandi della Cristianità, descritt come “il palazzo più completo dell’XI secolo, in Europa”…

torre di londra e graffiti 11

…oggi rivive i suoi fasti, con rappresentazioni in costume molto realistiche, che allietano la visita dei turisti…

torre di londra e graffiti 12

La White Tower, escludendo le sue torri angolari, misura 36 metri per 32 alla base, ed è alta 27.  La struttura era originariamente composta da tre piani: un piano seminterrato, un piano di ingresso e un piano superiore. L’ingresso era al di sopra del terreno e vi si accede tramite una scala in legno che avrebbe potuto essere rimossa in caso di un attacco.

torre di londra e graffiti 13

Figuranti e ricostruzioni fanno un tutt’uno con il luogo, forse l’unico, rimasto identico alla Londra di quasi mille anni fa.

torre di londra e graffiti 14

Entrando da questa porta, cominceremo ad osservare i “lamenti” dei prigionieri, graffiti sulle pareti secolari…

torre di londra e graffiti 15

Al centro individuo il simbolo che ho riscontrato anche in Salento, il “Cristo ancora di salvezza”, riprodotto con una croce che termina appunto come un ancora, a simboleggiare Lui come unica speranza…

torre di londra e graffiti 16

…mentre qui sopra una variante del “Cristo faro del mondo”, con la croce posta sull’altura che sarebbe il Golgota…

torre di londra e graffiti 17

Interni della torre…

torre di londra e graffiti 18

torre di londra e graffiti 19

Una costante, ritrovare fra i graffiti (in alcuni casi figure riprodotte con cura in rilievo) stemmi nobiliari, a testimonianza di come da queste galere passarono anche esponenti della nobiltà.

torre di londra e graffiti 20

torre di londra e graffiti 21

torre di londra e graffiti 22

Impressionanti le lunghe e accuratissime epigrafi di questa gente che sognava la sua libertà!

torre di londra e graffiti 23

torre di londra e graffiti 24

torre di londra e graffiti 25

torre di londra e graffiti 26

torre di londra e graffiti 27

La Torre deve il suo nome a Thomas Beauchamp, 12° Conte di Warwick,il quale venne imprigionato qui nel 1397 dopo essere stato accusato di alto tradimento. Costruita da Edoardo I nel 1281, la Torre divenne una importante torre difensiva nella cinta muraria interna. La Torre è composta da tre piani e presenta delle balestriere dalle quali scagliare le frecce. La Torre è stata costruita con mattoni e malta. Vennero utilizzati 243.000 mattoni, rendendola uno dei primi utilizzi di mattoni su vasta scala in Inghilterra dai tempi dei Romani. Le mura esterne erano con pietra a vista, cosa che è stata rinnovata nel diciannovesimo secolo. Le grandi dimensioni della Torre e la sua vicinanza agli alloggiamenti del Tenente, l’hanno resa il posto ideale per tenere i prigionieri importanti. I loro graffiti sono incisi sui muri dell’edificio.

torre di londra e graffiti 28

torre di londra e graffiti 29

torre di londra e graffiti 30

torre di londra e graffiti 31

Straordinaria la parete qui sopra!

torre di londra e graffiti 32

torre di londra e graffiti 33

Il tale Thomas legato al graffito della campana lo ritroveremo più tardi…

torre di londra e graffiti 34

torre di londra e graffiti 35

torre di londra e graffiti 36

Visuali dall’interno del complesso…

torre di londra e graffiti 37

torre di londra e graffiti 38

Mille lamenti si ergono ancora dalle pietre della torre… come quello di William Tyrrel:… “Dal momento che la fortuna ha scelto che la mia speranza dovrebbe andarsene via col vento, vorrei che il tempo sia distrutto, essendo il mio mondo ormai triste e scortese”… correva l’anno 1541.

torre di londra e graffiti 39

“Dato che la sorte ha scelto che la mia speranza debba andare a lamentarsi al vento, vorrei che il tempo fosse annientato; essendo il mio mondo quanto mai triste e sgarbato”.

torre di londra e graffiti 40

Fra le varie epigrafi troviamo varie lingue, oltre all’inglese anche il latino…

torre di londra e graffiti 41

torre di londra e graffiti 42

Philip Howard, Conte di Arundel .Maggiore la sofferenza per Cristo in questo mondo, maggiore la gloria con Cristo nel prossimo. Arundell, 22 Giugno 1587. Anthony Tuchinor. Tu lo hai coronato di onore e gloria, o Signore; il giusto verrà serbato nel ricordo eterno.

torre di londra e graffiti 43

torre di londra e graffiti 44

torre di londra e graffiti 45

Charles Bailly. L’uomo saggio dovrebbe, con circospezione, vedere ciò che fa, analizzare prima di parlare, verificare prima di prendere in mano, stare attento alle persone con cui si accompagna e, soprattutto, di chi si fida.

torre di londra e graffiti 46

torre di londra e graffiti 47

James Typping, senza data.Typpyng, sopporta (o sii ben felice) e tollera la tua croce, poiché sei  un [dolce, buono] cattolico, ma nulla di peggio e per questo motivo, questi tre anni tu hai trascorso in grande disgrazia, eppure, cosa avverrà di te? Non posso dire nulla, se non morte”. La parola “morte” compare spesso nelle riflessioni di questa gente…

torre di londra e graffiti 48

torre di londra e graffiti 49

torre di londra e graffiti 50

torre di londra e graffiti 51

torre di londra e graffiti 52

torre di londra e graffiti 53

Un’occhiata di tanto in tanto alle torri circostanti…

torre di londra e graffiti 54

…per renderci conto di tutto il complesso, ci viene in soccorso un altro dei preziossimi pannelli illustrativi che i responsabili hanno disseminato con cura ovunque.

torre di londra e graffiti 55

Da questa ricostruzione il quadro è completo!

torre di londra e graffiti 56

La Torre sanguinaria risale al 1220 ma prende il suo nome a metà del ‘500, perché fu associata alla scomparsa e al presunto omicidio dei figli del re Edoardo IV.

torre di londra e graffiti 58

torre di londra e graffiti 59

torre di londra e graffiti 60

torre di londra e graffiti 61

torre di londra e graffiti 62

Intatte le finestre-feritoie da dove gli arcieri scagliavano le loro frecce.

torre di londra e graffiti 63

Tutta la struttura era pensata in funzione difensiva, in ogni galleria si poteva celare trabocchetti per gli eventuali assalitori…

torre di londra e graffiti 64 torre di londra e graffiti 65 torre di londra e graffiti 66 torre di londra e graffiti 67 torre di londra e graffiti 68 torre di londra e graffiti 69 torre di londra e graffiti 70 torre di londra e graffiti 71 torre di londra e graffiti 72

Il graffito con la campana fu fatto da Thomas Abel, cappellano di Caterina d’Aragona, la regina cattolica di Enrico VIII, ripudiata dal marito in favore di Anna Bolena. Il cognome di Thomas è rappresentato dalla “A” posta al centro della campana.

torre di londra e graffiti 73

torre di londra e graffiti 74

Suggestiva visuale introspettiva della fortezza.

torre di londra e graffiti 75

Il complesso ospita una splendida mostra con armature d’epoca…

torre di londra e graffiti 76

torre di londra e graffiti 77

torre di londra e graffiti 78

torre di londra e graffiti 79

torre di londra e graffiti 80

Qui sopra, bombarde seicentesche, fuse in bronzo…

torre di londra e graffiti 81

Qui sopra, la visuale della Londra moderna oltre il Tamigi…

torre di londra e graffiti 82

Qui sopra la storia di un oste di Bristol accusato di stregoneria. Ha lasciato inciso un intaglio… astrologico!

torre di londra e graffiti 83

torre di londra e graffiti 84

torre di londra e graffiti 85

Fra i prigionieri anche sacerdoti gesuiti…

torre di londra e graffiti 86

…qui sopra vediamo il simbolo della loro Compagnia…

torre di londra e graffiti 87

torre di londra e graffiti 88

torre di londra e graffiti 89

torre di londra e graffiti 90

torre di londra e graffiti 91

torre di londra e graffiti 92

torre di londra e graffiti 93

torre di londra e graffiti 94

torre di londra e graffiti 95

Un luogo che più di qualsiasi altro restituisce la Londra più antica, a due passi dagli edifici moderni che caratterizzano la Metropoli multiculturale di oggi. Un tuffo nel passato che consiglio a chiunque possa visitare questa mitica fortezza!

La torre di Londra e i suoi graffiti

Alessandro Romano

(che ringrazia l’amica Serena Marchese per le traduzioni dall’inglese)

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.