Category Tra Natura Ambiente e Paesaggio

Sul sentiero della milogna

Sul sentiero della Milogna. Pomeriggio inoltrato e mi sto dirigendo nella valle dell’Idro. Una siepe continua di quercia spinosa limita la strada asfaltata alla mia sinistra. Un solo varco si apre e lì ho visto entrare, tagliandomi la strada, una volpe e un tasso. Decido di cercare le loro tane e imbocco uno sterrato che entra nell’oliveto. Le trovo in un avvallamento, vicino a un vecchio carrubo.

Nel fondo a...

Read More

Antichi ripari presso i Massi della Vecchia

Il paesaggio rurale del Salento è colmo di antichi ripari che da secoli hanno ospitato i viandanti, nei loro spostamenti fra un borgo e l’altro di Terra d’Otranto. Il territorio attorno ai Massi della Vecchia (un sito di grande suggestione storico-naturale) è molto interessante, anche da questo punto di vista. Alle loro spalle c’è una stradina di campagna ora asfaltata…

che un tempo doveva ess...

Read More

La Grotta “de lu carottu” a Parabita

Carottu, una parola tipica del dialetto locale a Parabita, significa letteralmente buco, e in questa zona ha dato il nome ad una grotta naturale, testimone da tempo immemorabile di un rito che il Salento conosce anche in altre zone, ossia il passaggio attraverso un foro, simbolo sin dalla preistoria di nascita, associato a riti di iniziazione che coinvolgevano i ragazzini. 

Read More

I giganti di Acquarica del Capo

La mia ricerca dei giganti di pietre a secco in Terra d’Otranto mi ha portato in territorio di Acquarica del Capo, dove avevo in mente di localizzare e documentare quella che, già dalle immagini di Google Earth, sembra essere una delle più grandi costruzioni rurali del territorio. Così, appena fuori il paese, in direzione nord-est, seguo una strada di campagna che sale in collina.

Il pa...

Read More

Fra i colossi di pietre a secco

Pietre a secco, una sopra l’altra, alzano i più stupefacenti monumenti delle campagne salentine, sconosciuti capolavori architettonici figli del genio contadino, ignoto alla città, che ha dovuto fare i conti con le asprezze della natura e la povertà dei materiali, per poter rendere ospitale il mondo rurale di terra d’Otranto, assai complicato da vivere nel XVI secolo.

Lontano dal...

Read More