Category Tra Storia Arte e Cultura

Castrignano, fra i monoliti del borgo contadino

Grandi monoliti si ergono alla periferia di Castrignano del Capo, in località Giuliano, eretti a costruire un borgo contadino che oggi è purtroppo in gran parte disabitato. Passando di qui, non ho potuto fare a meno di fermarmi, ad osservare queste grandi pietre che quasi certamente vengono dall’antica città di messapica Vereto, e che poi furono i pilastri su cui vissero le genti del posto fino a tempi recenti.

 Tutt...

Read More

Il frantoio di Masseria San Giuseppe

Masseria San Giuseppe è un avamposto dell’antica civiltà contadina completamente sperduta nelle campagne che da Lecce portano alla marina di Torrechianca, completamente tagliata fuori dalla storia e dai collegamenti stradali. Un vero peccato, considerando il grande ipogeo situato nei suoi pressi, un frantoio, il tempio del lavoro per gli abitanti di questa antica masseria.

Un te...

Read More

La chiesa rupestre di Lama d’Antico

Il Parco di Lama D’Antico a Fasano è uno dei più suggestivi insediamenti rupestri della Puglia; all’interno di esso è possibile esplorare le diverse strutture che dovevano far parte del villaggio (X-XVI secolo d.C.), l’imponente chiesa scavata nella roccia, le grotte – abitazioni e quelle legate al lavoro. Nell’area del Parco rientrano anche le incantevoli chiesette rupestri di San Lorenzo e San Giovanni

dalle sple...

Read More

La cripta e il villaggio rupestre di Casalrotto

Casalrotto, nell’affascinante scenario rupestre di Mottola, custodisce una cripta-unicum nel panorama dell’Italia meridionale: la chiesa di Sant’Angelo. Incastonata nel cuore del casale rupestre, costituito da un centinaio di grotte scavate con tenacia e perizia nei fianchi della gravina, la chiesa si sviluppa su due diversi piani ipogei, con l’invaso inferiore destinato ai riti funerari.

Di questo, si riscontra...

Read More

Lupiae, alla scoperta della Lecce Romana

L’anima della Lecce barocca nota nel mondo è Romana, e si chiamava Lupiae. Nel III secolo a.C. l’antica Lecce messapica latinizzò il suo nome e dopo l’89 a.C. passò da statio militum a Municipium, retto da un Quadrumviro. L’applicazione delle leggi municipali, ed in particolare il divieto di seppellire all’interno dell’abitato, impone infatti l’abbandono delle aree

funerarie poste all’interno delle mura, p...

Read More